Crisi Accam, i lavoratori Europower annunciano lo sciopero per lunedì

Annunciata l'astensione dal lavoro dei dipendenti Europower che prevedono un esito negativo per il piano di salvataggio della società Accam. Pezone (Fiom Cgil): «Subito un segnale forte»

inceneritore borsano busto arsizio accam

Ieri si erano espressi i dipendenti Accam con una dura lettera, questa mattina (giovedì) sono i lavoratori Europower impiegati all’interno dell’inceneritore a prendere posizione in modo forte annunciando lo sciopero per lunedì 8 marzo.

La conferma arriva da Rino Pezone, membro del direttivo della Fiom Cgil provinciale che, insieme a Stefano Falconeri della Fim Cisl, sta seguendo da vicino la crisi della società che gestisce l’impianto di incenerimento rifiuti di Borsano: «C’è il sentore che le cose non andranno bene tra oggi (consiglio comunale a Busto) e sabato (assemblea dei soci che dovrà votare) sia per i 26 lavoratori Europower ma anche per gli altri 65 di Accam e di EcoEridania – spiega il sindacalista – per questo hanno deciso di dare subito un segnale forte ai comuni soci in difesa del loro posto di lavoro».

 

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.