Gli ospedali della Sette Laghi si preparano alla terza ondata: in una settimana 49 i pazienti Covid in più

Restano aperte le attività chirurgiche anche se diminuiscono i ricoveri per altre patologie. Continua la campagna vaccinale: 1600 i vaccini al giorno che diventeranno 6000 quando apriranno la Schiranna e Rancio

monoblocco ingresso

Impennata dei ricoveri la scorsa settimana negli ospedali dell’Asst Sette Laghi. Il saldo tra nuovi ricoveri e dimessi è sempre stato positivo. Così, in sette giorni i pazienti sono passati da 260 agli attuali 309, 49 in più. Dall’inizio della seconda ondata, di fatto mai terminata veramente, sono stati assistiti 3711 pazienti . 

Nelle terapie intensive del Circolo sono 28 i degenti ( sette in più in una settimana) mentre le Cpap utilizzate sono attualmente 27, in calo rispetto a lunedì scorso anche se in settimana si è raggiunto il picco di 37.  Che la pressione stia aumentando si evidenzia anche dall’attività del pronto soccorso:  la media degli accessi è in leggero aumento ( attorno ai 110/120) e il tasso di positivi si colloca tra il 15 e il 18%, in netta crescita rispetto a un mese fa. 

Per disposizione di Regione Lombardia, tutta la rete ospedaliera di sta attrezzando per affrontare il picco della nuova ondata. All’ospedale di Varese, al momento, non è prevista alcuna variazione dell’attività chirurgica: nei reparti “covid meno” ci sono 608 degenti, in diminuzione rispetto alla scorsa settimana quando erano 648. 

Gli ospedali con reparti covid sono il Circolo di Varese, il Galmarini di Tradate e l’Ondoli di Angera. Nei presidi periferici è previsto un rallentamento delle attività chirurgiche proprio per permettere all’hub varesino con le alte specialità di mantenere la sua attività. 

Prosegue intanto la campagna vaccinale nei presidi ospedalieri dove si presentano le catergorie convocate: dagli anziani ai pazienti fragili, dagli insegnanti alle forze dell’ordine. La capacità giornaliera dell’ASST Sette Laghi è di 1600 vaccini al giorno. Appena sarà disponibile la sede della Schiranna con le sue 18 postazioni vaccinali e quella di Rancio Valcuvia con 9 linee, si raggiungeranno le 6000 dosi al giorno. 

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.