Lonate Pozzolo vota il bilancio di previsione e il piano opere pubbliche 2021-2023

In consiglio comunale sono stati votati il bilancio e le opere pubbliche 2021-2023 di Lonate Pozzolo. Critiche le opposizioni, che hanno giudicato il piano degli interventi "insoddisfacente"

consiglio comunale Lonate Pozzolo online

Nel corso del lungo consiglio comunale di lunedì 22 febbraio di Lonate Pozzolo sono stati approvati il bilancio di previsione 2021-2023 e il piano opere pubbliche proposti dalla maggioranza “Uniti e liberi”.

Già presentati nelle commissioni di febbraio, sono stati introdotti una seconda volta dagli assessori Angelo Giuseppe Ferrario (Bilancio) e Luca Perencin (Lavori pubblici).

Il bilancio di previsione 2021-2023

Per il 2021 il bilancio comprende 12 milioni 809.664 euro. 900mila euro verranno destinati agli investimenti; è stato inoltre confermato il bilancio partecipato (30mila euro), le spese correnti sono di 9milioni 618mila euro, quelle in conto capitale1 milione 323mila eurocirca.

Ribandendo quanto detto in commissione, Ferrario ha definito «veramente difficoltoso fare un bilancio di previsione per i prossimi anni in pandemia. Questi sono gli importi che abbiamo messo. Guardando al 2022-2023, abbiamo operato nella massima prudenza, sarà difficile prevedere la dinamica delle entrate e delle uscite».

«Nessuno nega la difficoltà di stilare un bilancio di previsione in questo momento», ha commentato il consigliere d’opposizione Mauro Andreoli (Grande Nord), «quante persone prevedete in rientro dall’Unione a Lonate Pozzolo?». «Per il personale, stiamo anticipando un punto che sarà di maggior dettaglio. Dovrebbero essere circa 12 a rientrare a Lonate, chi è stato assunto da Ferno tornerà a Ferno mentre chi è stato assunto dall’Unione verra ricollocato», ha risposto l’assessore.

Bilancio di previsione, asfaltature e allargamento del cimitero: i progetti di Lonate Pozzolo per il 2021

La parte relativa alle sanzioni (stimata a 470mila euro) ha suscitato i dubbi della minoranza; in particolare, Ausilia Angelino ha chiesto: «Trovo la cifra molto alta, in base a quale storico siete andati a recuperare una cifra così alta? A meno che non vogliate andare a massacrare i locatesi con multe in continuazione per poter tirare su questi soldi». «Non è frutto di attività sanzionatoria relativa all’anno – ha risposto Ferrario – buona parte della cifra deriva dal recupero di vecchie sanzioni che l’Unione che recupera negli anni (siamo nell’ordine tra i 200mila e i 300mila euro), poi abbiamo fatto una comparazione con le sanzioni incassate da Samarate e Vanazaghello. Consideriamo che il bilancio è del 2022 e 2023».

Il piano opere pubbliche 2021-2023

Sono quattro gli assi portanti del piano 2021, per un totale di circa 900mila euro: i loculi del cimitero (200mila euro), i marciapiedi del quadrilatero di Lonate (150mila euro), il rifacimento di via Cavour (4oomila euro, insieme a piazza Sant’Ambrogio) e il piano di asfaltature (150mila euro).

Quanto agli altri due anni, per il 2022 sono previsti interventi di manutenzione delle strade (150mila euro) e altri straordinari per sistemare i tetti (250mila euro): 400mila euro in totale. Nel 2023 verranno destinati, dei 700mila euro a disposizione, alla riqualificazione del cimitero di Tornavento (150mila euro) e della viabilità in via Repossi (200mila euro),  al consolidamento di un’ala del municipio(150mila euro) e alle sostituzione dei serramenti (100mila euro). Infine, la sistemazione della piazza San Francesco, con un intervento sulla pavimentazione della rotonda (100mila euro).

«Come mai non avete messo nulla nel piano riguardo la frazione Sant’Antonino?», ha chiesto Ausilia Angelino dalle file dell’opposizione. L’assessore alla partita ha risposto ricordando che i loculi del cimitero di Sant’Antonino sono stati inseriti nel bilancio 2020; inoltre, «stiamo pensando a recuperare alcuni spazi; non sono inseriti nel piano perché stiamo pensando di agganciarci ad alcuni bandi».

Alla domanda del consigliere di minoranza Davide Regalia riguardo i lavori del quadrilatero, l’assessore Perencin ha risposto che le riunioni con i commercianti della zona sono iniziate «lo scorso novembre, insieme al rappresentante Ascom. L’opera sarà sincronizzata con le loro esigenze: quello che viene inserito nel Dup è lo studio di fattibilità; non appena avremo il progetto definitivo avremo anche il cronoprogramma che verrà visto insieme con tutte le persone del quadrilatero. Cercheremo di dare meno fastidio possibile sia alla popolazione sia ai commercianti interessati».

La votazione, le opposizioni: “Bilancio e opere pubbliche poveri”

«Sono contraria per due motivi: il piano delle opere pubbliche non è abbastanza ricco e soprattutto per le sanzioni, che dovrebbero diventare una ghigliottina su Lonate. In base a questi due elementi il nostro voto sarà contrario», ha affermato dai banchi della minoranza Ausilia Angelino.

Michele Rusconi ha motivato il suo voto contrario facendo riferimento alle sanzioni: «Il discorso delle multe mi sembra molto pericoloso; non vorrei che si andasse a bastonare i cittadini. Siamo tutti d’accordo che sia necessario avere legalità, ma mi sembra una previsione ottimistica e non vorrei che, per corrergli dietro, i nostri cittadini si vedranno costretti a pagare delle sanzioni».

Anche Claudia Fraccaro si è detta contraria: «Quello che prevedete è molto preoccupante: voi garantite di coprire le spese con quello che è stato incassato dall’Unione, ma dopo? Come faremo a coprire le spese per pagare tutte queste persone? È preoccupante. Il piano delle opere pubbliche, poi, è francamente povero e non soddisfacente».

Per la maggioranza ha preso parola Tania Manfredelli: «Il nostro voto sarà favorevole perché è il terzo anno che approviamo il piano opere pubbliche e c’è sempre la solita critica della povertà». Sulla questione multe «nessuno, però, sta dicendo che si dissangueranno le casse dei locatesi: se i lonatesi saranno ligi alle regole, le multe non si incasseranno e sarà compito dell’assessore Ferrario rivedere i conti», ha voluto precisare.

 

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.