A scuola nei Parchi dell’Insubria-Olona, la didattica all’insegna della natura

Dai “bat box” per i pipistrelli al sostentamento degli uccelli. Lezioni e laboratori, in presenza e a distanza, per imparare a vivere in contatto con la natura e superare la paura degli animali

Centro Didattico Scientifico - Lezioni natura

Una scuola all’insegna della natura, per superare la paura, come quella di alcuni animali, e imparare a vivere a contatto nel verde. Senza l’emergenza covid, questo anno scolastico sarebbe stato il punto zero di un grande progetto di coordinamento con nuove esperienze di Educazione Ambientale per migliaia di alunni del territorio. Un tema ancor più importante durante un periodo di emergenza sanitaria che ha messo in luce l’importanza del patrimonio naturale.

Da quest’anno, infatti, come stabilito dalla legge regionale, è nato al Parco Pineta l’Ambito Territoriale Ecosistemico Insubria-Olona, che lega e coordina regolamenti e attività dei quattro plis Rto, Medio Olona, Rugareto e Lanza. Un’iniziativa che ha permesso di sviluppare collaborazione e sinergie tra le aree protette per ampliare l’offerta didattica sperimentata da oltre dieci anni nel Parco Rto, rivolgendosi anche a coloro che non ne avevano ancora una così strutturata. Il risultato? Un ricco e ampio programma di proposte da offrire gratuitamente alle scuole primarie, una didattica all’insegna della natura.

«L’Ambito Territoriale, grazie alle esperienze pregresse di ciascun Parco, ha messo in campo tutte le competenze necessarie per non perdere un’occasione ancor più preziosa visto il contesto di difficoltà» ha commentato il presidente del Parco Pineta Mario Clerici.

A causa proprio dell’emergenza, è stato tuttavia necessario adattare le proposte didattiche alle restrizioni imposte dal covid. Sono così nati una serie di progetti didattici attuabili sia in didattica a distanza sia in una didattica in presenza a scuola, affiancati ad escursioni esperienziali nella natura che saranno realizzate non appena la situazione lo permetterà.

Laboratorio Uccelli - Centro didattico scientifico

Alle proposte didattiche, che da oltre 10 anni si rivolgono alle classi 2e, 3e e 4e delle scuole primarie del Parco Rto, quest’anno si aggiungono 3 nuove proposte, che si articolano con 2 moduli da un’ora in caso di didattica a distanza o in un modulo da 2 ore nel caso di attività in presenza.

Alle classi seconde è dedicato un percorso per superare il timore, e spesso anche la paura, che frequentemente incutono animali quali ragni, pipistrelli e serpenti. Il percorso si sviluppa lungo racconti e leggende con una parte individuale di carattere laboratoriale. L’attività in presenza, se possibile, permetterà la costruzione di una “bat box” per pipistrelli da posizionare nel giardino della scuola.

Per le classi terze l’attività proposta si concentra invece sugli insetti impollinatori e sulle minacce alla loro sopravvivenza. Dopo una parte introduttiva sull’importanza di realizzare i bug hotel, ogni bambino avrà modo di costruire e personalizzare il proprio rifugio per insetti. Nel caso di incontro in presenza ci sarà anche la costruzione di un bug hotel di classe da collocare nel giardino della scuola.

Per le classi quarte invece l’attenzione sarà tutta sul corretto e utile supporto al sostentamento degli uccelli in una stagione critica come l’inverno. Dopo una parte introduttiva sul riconoscimento degli uccelli di città, ogni bambino avrà modo di costruire la propria mangiatoia. Nel caso di incontro in presenza ci sarà anche la costruzione di una mangiatoia di classe da collocare nel giardino della scuola.

Per ulteriori informazioni sulle proposte contattare il Centro Didattico Scientifico al numero 0331.841900 o alla mail: info@centrodidatticoscientifico.it.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.