Traffico di valuta, la Finanza sequestra a Brogeda 52 mila euro

Nel baule di un'auto trovati oltre 120 mila franchi svizzeri in biglietti da 200

Generica 2020

Altri soldi che cercano di varcare il confine che vengono fermati dai finanziari e dal personale dell’Agenzia delle dogane. Questa volta è successo a Como Brogeda, lungo l’autostrada.

Continua infatti l’attività di vigilanza dei Funzionari ADM della Sezione Operativa Territoriale di Ponte Chiasso e dei militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso, diretta a contrastare il traffico transfrontaliero di valuta.

Nelle scorse ore, presso il valico autostradale di Como-Brogeda, è stata rinvenuta la somma
complessiva di 120.210 franchi svizzeri, pari a 109.282 euro, prevalentemente costituita da banconote da 200 franchi, portata al seguito, nel bagaglio personale, da un cittadino elvetico che
aveva dichiarato di non avere con sé denaro contante.

In mancanza delle condizioni per consentire al trasgressore di accedere al beneficio dell’oblazione, si è proceduto, nei termini di legge, a sequestrare il 50% dell’eccedenza – 57.200 franchi -, per un controvalore di 52.000 euro, cui sono state successivamente aggiunte le commissioni per il cambio valuta.

Tale somma è trattenuta a garanzia del pagamento della sanzione amministrativa determinabile dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in una misura che può andare dal 30% al 50% dell’eccedenza stessa.

L’attività posta in essere, volta a garantire l’osservanza delle prescrizioni del D.Lgs. n. 195/08 in
materia valutaria, si inquadra in un più generale dispositivo di controllo al confine, in costante
sinergia tra Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli e Guardia di Finanza.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Ma, a parte sanzionare quelli che si riesce a “beccare” con certe somme, non si va alla radice del motivo e provenienza di una tale massa di liquidi che, se fossero leciti, non avrebbero bisogno di sotterfugi e potrebbero passare telematicamente le frontiere?

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.