Varese News

Castellanza Servizi e Patrimonio, in aula la messa alla prova della ex direttrice della farmacia

La valutazione dell'ammissibilità della richiesta di messa alla prova è stata rinviata a giugno per discutere l'aspetto ad oggi mancante del risarcimento alla partecipata

tribunale di busto arsizio

Torna in aula l’”affaire” Castellanza Servizi e Patrimonio esploso a novembre 2019 con l’arresto dell’allora direttore della municipalizzata del comune di Castellanza, che in primavera era stato poi condannato in primo grado per truffa ai danni dello Stato per aver validato orari lavorativi non corrispondenti al vero della direttrice della farmacia comunale ma assolto dall’accusa di peculato mossa dalla Procura, secondo la quale l’ex numero uno di CSP avrebbe fatto realizzare lavori a casa della figlia “accollandoli” alla municipalizzata.

Giovedì 8 aprile davanti al GIP del Tribunale di Busto Arsizio si è celebrata l’udienza per discutere l’ammissibilità della messa alla prova della ex direttrice della farmacia comunale San Giulio, accusata insieme all’allora direttore della partecipata di truffa ai danni dello Stato: secondo gli inquirenti, infatti, la donna risultava presente al lavoro anche nei giorni in cui era in vacanza in Turchia proprio con l’ex direttore per raggiungere il marito che lavora a Instanbul.

La messa alla prova di quella che al tempo del terremoto che ha scosso la partecipata era la direttrice della farmacia comunale, però, dovrà essere discussa nuovamente in un’udienza fissata per il prossimo mese di giugno, nella quale in particolare dovrà essere valutato l’aspetto del risarcimento del danno. Aspetto che al momento manca al programma che permetterebbe la sospensione del procedimento per la messa alla prova e che da Castellanza Servizi e Patrimonio ritengono «doveroso» al netto della cifra, per la cui determinazione si rimettono al giudice.

Nei mesi scorsi la sezione Lavoro del Tribunale di Busto Arsizio si era già espresso in senso contrario alla reintegrazione sul posto di lavoro chiesta dalla ex direttrice, che aveva impugnato il licenziamento. E anche la vicenda penale è destinata a tornare al vaglio dei giudici, dal momento che aluglio dello scorso anno, infatti, la municipalizzata ha presentato ricorso in appello contro la sentenze del GUP di Busto Arsizio.

Castellanza Servizi e Patrimonio, in aula il licenziamento della ex direttrice della farmacia

leda.mocchetti@legnanonews.com
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.