Gruppi elettrogeni lungolago a Porto Ceresio: c’è l’accordo tra Alfa srl e i cittadini

Raggiunta un'intesa di massima per la ricollocazione dei gruppi al di fuori della passeggiata pedonale

Generica 2020

Da un lato le necessità di efficienza e di garantire, anche in caso di interruzione di energia elettrica, l’ottimale funzionamento delle pompe della fognatura evitando spiacevoli versamenti a lago, dall’altro le ragioni estetiche e di valorizzazione turistico ambientale della passeggiata, ritenute importanti anche dalla stessa azienda.

Su queste premesse il presidente di Alfa srl, Paolo Mazzucchelli, ed il gruppo spontaneo di cittadini che ha lanciato la petizione per lo spostamento dei gruppi elettrogeni dal lungolago di Porto Ceresio, rappresentati da Matteo Berlusconi, hanno raggiunto  – con la mediazione di Marco Prestifilippo – un accordo sulla questione dei gruppi elettrogeni posizionati attualmente nei pressi della passeggiata pedonale.

L’accordo, giunto a seguito della raccolta di oltre 500 firme attraverso la piattaforma Change.org e varie interlocuzioni tra Alfa srl e i promotori dell’iniziativa, riconosce:

– l’importanza dei gruppi elettrogeni, che garantiranno il funzionamento delle pompe della fognatura anche in caso di interruzioni di energia elettrica,  evitando lo scolmamento a lago delle acque reflue, contribuendo così all’importante attività di bonifica del lago, con lo scopo di renderlo stabilmente balneabile;

–  che la scelta progettuale sull’ubicazione dei gruppi elettrogeni è stata guidata dai criteri di efficienza e di contenimento dei costi;

–  che tale scelta tuttavia non considera l’aspetto estetico, elemento non secondario per la bellezza del lungo lago pedonale, la promozione turistica e la valorizzazione ambientale.

L’accordo garantisce l’impegno di Alfa srl a valutare  e, se del caso, sostenere lo spostamento dei gruppi elettrogeni, dandone piena facoltà alla prossima Amministrazione Comunale, che si costituirà a seguito delle elezioni previste nell’autunno 2021.

Per i firmatari dell’accordo è infatti importante che le scelte paesaggistiche e di valorizzazione del territorio siano attuate dall’Amministrazione locale in qualità di Ente pubblico di prossimità e vicinanza alle cittadine ed ai cittadini.

Pertanto, Alfa srl si impegna a destinare i fondi previsti per la mitigazione dei manufatti allo spostamento degli stessi, d’accordo con quanto verrà definito e concordato dalla nuova Amministrazione Comunale, verso la quale Matteo Berlusconi fungerà da osservatore critico e garante del rispetto delle richieste dei firmatari della petizione.

Le opere di mitigazione proposte nelle scorse settimane da Alfa srl sono infatti ritenute dai promotori dell’iniziativa di dubbia efficacia rispetto all’estetica ed alla piacevolezza del lungolago.

Entrambe le parti ringraziano Marco Prestifilippo per l’opera di mediazione ed esprimono la piena soddisfazione per quest’accordo, che metterà la prossima amministrazione comunale – indipendentemente dal colore politico – nelle migliori condizioni per promuovere e valorizzare il lago ed il lungolago e, con esso, l’intero paese di Porto Ceresio e tutto il territorio della Valceresio.

 

Eleonora Martinelli
martinellieleonora@gmail.com

Con VareseNews voglio contribuire ad una costruzione positiva del senso di comunità. Dare voce alle persone e al territorio, far conoscere il loro valore. Sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.