Inceneritore di Busto, al via gli approfondimenti (anche ambientali) di Amga, Agesp e Cap Holding

Si tratta di una procedura di due diligence già utilizzata da Gruppo CAP nel percorso di acquisizione del termovalorizzatore di Sesto san Giovanni. Comunicata ad ACCAM la necessità di ritardare l’offerta in attesa di completare le indagini

accam

Agesp, Amga e Cap Holding, lo scorso 22 marzo, hanno sottoscritto un accordo volto a formalizzare all’assemblea dei soci di ACCAM S.p.A. una proposta di acquisto, attraverso il veicolo di una nuova società, dell’impianto di incenerimento, attualmente gestito da quest’ultima.

Una verifica approfondita e a 360 gradi

L’accordo tra le aziende ha permesso di avviare un percorso di due diligence su ACCAM, mirato ad approfondire tutti gli aspetti legali, finanziari e soprattutto ambientali, che rappresentano una componente di grande rilievo e ritenuta importante da tutti gli stakeholder del territorio, come emerge anche dall’ampio dibattito pubblico di queste settimane.

Il processo di due diligence prevede l’indagine e l’approfondimento di una rilevante mole di dati e informazioni relativi all’impianto di Borsano: la sua passata gestione, gli aspetti economici e finanziari e legali e il rispetto delle normative ambientali. Un’analisi fondamentale per dare garanzia a tutti i soggetti in campo, e prima di tutto ai cittadini, della trasparenza e della coerenza del progetto di acquisizione con l’interesse della collettività.

Le indagini ambientali nel sito di Borsano

In particolare, nella giornata di venerdì sono partite le indagini ambientali che prevedono, tra le altre, complesse attività di caratterizzazione dei terreni su cui insiste l’impianto e che verranno realizzate nei prossimi giorni grazie a carotaggi fatti in alcuni punti definiti da esperti in bonifiche ambientali.

Il modello Sesto San Giovanni

Si tratta di una procedura di due diligence particolarmente accurata e già utilizzata da Gruppo CAP nel percorso di acquisizione del termovalorizzatore di Core S.p.A. a Sesto san Giovanni e che è tanto più necessaria quando in gioco ci sono gli interessi dei cittadini. Per queste ragioni le aziende hanno comunicato agli amministratori di ACCAM la necessità di ritardare la formulazione dell’offerta in attesa di completare le indagini.

AGESP S.p.A.
È la società capogruppo del Gruppo AGESP, che prende origine dall’Azienda Municipalizzata costituta oltre 70 anni fa dal Comune di Busto Arsizio per la gestione dell’acquedotto e della piscina. Oggi il Gruppo AGESP, realtà fortemente integrata nel tessuto cittadino e del circondario, è composto da tre società che erogano i principali servizi di pubblica utilità del Comune di Busto Arsizio, quali: igiene ambientale, teleriscaldamento, vendita vettori energetici, parcheggi, farmacie, gestione verde pubblico, gestione immobili comunali (manutenzione e conduzione impianti tecnologici), manutenzione strade, segnaletica stradale, servizi cimiteriali. AGESP S.p.A., nello specifico, oltre a fornire le funzioni di staff a supporto di tutte le società della Gruppo, gestisce direttamente i servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti, spazzamento e gestione Centri multiraccolta nei Comuni di Busto Arsizio e Fagnano Olona, con standard certificati dalle norme ISO rispetto a Sistema Qualità, Sicurezza e Gestione Ambientale.

Gruppo AMGA S.p.A.
Con 50 anni di storia alle spalle, il Gruppo AMGA S.p.A (Alto Milanese Gestioni Avanzate) fornisce servizi di pubblica utilità ai Comuni dell’Alto Milanese. Si occupa di teleriscaldamento, della gestione dei parcheggi, della riscossione tributi, della cura e manutenzione del verde pubblico. E’, inoltre, produttrice di energia pulita con l’impianto fotovoltaico che sovrasta il parcheggio visitatori dell’ospedale di Legnano. Attraverso la propria controllata, Aemme Linea Ambiente, gestisce la raccolta rifiuti e lo spazzamento strade in 17 Comuni dell’Alto Milanese e del Magentino, occupandosi anche delle relative piattaforme ecologiche. Cura, inoltre, l’attività di distribuzione del gas metano, nonché la manutenzione e l’ampliamento delle reti, attraverso la propria controllata, Aemme Linea Distribuzione s.r.l, mentre con Amga Sport S.S.D.a. r.l. gestisce le piscine comunali di Legnano e di Parabiago.

Gruppo CAP
Gruppo CAP è la realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città Metropolitana di Milano secondo il modello in house providing, cioè garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Attraverso un know how ultradecennale e le competenze del proprio personale coniuga la natura pubblica della risorsa idrica e della sua gestione con un’organizzazione manageriale del servizio idrico in grado di realizzare investimenti sul territorio e di accrescere la conoscenza attraverso strumenti informatici. Per dimensione e patrimonio il Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale. Nel 2017 si è aggiudicato il premio assoluto Top Utility come migliore Utility italiana.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.