La rincorsa al tricolore Wrc di Simone Miele comincia dall’Isola d’Elba

Il pilota di Olgiate Olona è tra i grandi pretendenti al titolo italiano WRC e ha già vinto la gara toscana nel 2019. Al via anche Riccardo Pederzani e Marco Oldani

rally del rubinetto simone miele

Scatta quest’oggi – venerdì 16 aprile – il Campionato Italiano Wrc di rally, articolato su un calendario ricco di sette gare, con ogni pilota che potrà contare per la classifica finale dei cinque migliori risultati raccolti nell’arco della stagione.

La priva di apertura è il 54° Rallye Elba al quale prende parte anche un drappello di piloti varesini a partire da Simone Miele: il 32enne di Olgiate Olona ritrova il volante della sua Citroen Ds3 Wrc con la quale proverà a lottare per il titolo. Nelle ultime  stagioni infatti Miele – insieme al confermato navigatore luinese Roberto Mometti – ha puntato sul CIWRC raccogliendo risultati di assoluto rilievo: 5° nel 2017, 4° nel 2018, 2° nel 2019 e 3° nel 2020.

Un cammino che, accostato al talento e alla vettura di primo piano, fa di Miele di nuovo uno degli sfidanti principali per la graduatoria finale anche se i rivali non mancano a partire dal campione in carica Corrado Fontana, in gara con una Hyundai New i20 Wrc insieme a Nicola Arena. Poi, fin dall’Elba, ci sono altre due Wrc in lizza: l’altra Citroen Ds3 condotta da Luca Pedersoli e la Hyundai i20 affidata all’altro Fontana, Luigi. Da non sottovalutare inoltre le principali vetture di classe R5 come le Hyundai i20 di Luca Rossetti – tre volte campione europeo e una volta italiano – e di “Pedro” o le Skoda Fabia nelle mani di Andrea Carella, Ivan Ferrarotti e Alessandro Gino.

In classe R5 ci sarà anche la “seconda punta” della spedizione varesina all’Elba: Riccardo Pederzani. Il 22enne di Gavirate arriva dall’esperienza a Sanremo dove è stato 4° nella classifica del CIR Junior e sull’isola toscana piloterà una Skoda Fabia del team MS Munaretto, affiancato da Daniel Pozzi con il quale ha disputato tutte le gare 2021.
Punta invece alla classe R3C Marco Oldani che però dovrà ritrovare i ritmi di gara visto che non gareggia dall’esperienza mondiale in Germania nel 2019. Oldani sarà al volante di un Renault Clio del team SDM e avrà accanto un quotato navigatore di casa nostra, Pietro D’Agostino.

Il Rallye Elba (che Miele ha vinto nel 2019) si articola su due giorni di gara, venerdì 16 e sabato 17, con le sei prove speciali equamente divise. Suggestivo però il fatto che al venerdì si gareggi all’imbrunire visto che la PS1, la Volterraio-Cavo di 27 chilometri, scatterà alle 18,30 seguita alle 21,18 dalla Nisporto-Cavo e alle 22,04 dalla più breve Volterraio. Sabato le prove sono invece la Due Mari, la Lavacchio-San Piero e la Perone. Arrivo nel pomeriggio a Portoferraio.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.