Il Lac di Lugano riapre le porte al pubblico, anche in presenza

Tornano i concerti in presenza nella Hall del Lac, seppure con limitazioni al numero di spettatori e molta attenzione alla sicurezza. Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi anche online

Il Lac di Lugano

La riapertura, seppur limitata, delle sale da concerto decisa dal Consiglio federale riporta la musica dal vivo anche nella Hall del LAC di Lugano. La stagione musicale di LuganoMusica prosegue ad aprile e maggio, adattandosi alle nuove disposizioni, sia con la serie di successo di appuntamenti online di LuganoMusica Digital, sia con il ritorno del pubblico in presenza.

Il primo appuntamento dal vivo è con Electro Acoustic Room, il progetto realizzato in collaborazione con Spazio21 del Conservatorio della Svizzera italiana che ospita, venerdì 23 aprile alle 18.30, il concerto di musica elettronica dedicato all’ascolto immersivo e alla pratica della diffusione multicanale.

Per il ciclo Nuova Generazione, che ogni anno porta alla ribalta giovani e già affermati artisti a livello internazionale, si potrà seguire online martedì 27 aprile dalle 19.30 il concerto della violinista olandese Noa Wildschut, accompagnata al pianoforte da Elisabeth Brauss, con musiche di Beethoven, Fauré e Sibelius.

Mercoledì 28 aprile doppio appuntamento dal vivo nella Hall del Lac (alle 18.30 e alle 20.30) con Timothy Ridout, giovane violista di spicco della sua generazione – «un prodigio che può suonare qualsiasi cosa in qualsiasi stile» ha scritto “The Herald” –, BBC New Generation Artist dal 2019 e parteciperà al Bowers Program della Chamber Music Society al Lincoln Center nel 2021. Si esibisce al LAC a fianco del poliedrico pianista britannico James Baillieu.

Martedì 4 e mercoledì 5 maggio la Hall del LAC ospita Rinnat Moriah, giovane soprano di origini israeliane che ha già debuttato al Teatro alla Scala, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Elbphilharmonie di Amburgo ed ai BBC Proms di Londra. Accompagnata da Michael Wendeberg, propone in prima esecuzione assoluta il nuovo lavoro del compositore luganese Nadir Vassena, su testi del poeta ticinese Fabio Pusterla, e brani di Maurice Ravel, Richard Strauss e Henry Purcell. Il concerto sarà disponibile online da martedì 11 maggio.

Sarà online invece martedì 4 maggio dalle 19.30 il concerto del violinista russo Dmitrij Smirnov, (premiato alla International David Oistrakh Violin Competition di Mosca nel 2006) e del pianista padovano, ma basilese d’adozione, Marco Scilironi (molto apprezzato in ambito cameristico e già ospite del Lucerne Festival nel 2015), interpreti del secondo récital dedicato alle nuove generazioni. Il violino e il pianoforte tratteggiano il mondo interiore di Schubert, battibeccano nella Sonata di Bartók e si confrontano con il linguaggio novecentesco di Stravinskij.

Venerdì 7 maggio alle 20.30 dal vivo nella Hall si esibisce Ruth Killius alla viola: il fascino dello strumento ad arco dal suono morbido e caldo ha attraversato i secoli indenne, fino ad affermarsi e ad acquisire una propria individualità nel secolo scorso. Il programma di Ruth Killius lo dimostra presentando alcuni dei capisaldi della rinascita violistica novecentesca, come le Sonate di Hindemith e di Zimmermann o la sequenza di Berio. In prima esecuzione un nuovo lavoro di Nadir Vassena dedicato alla memoria di Erik Oña, compositore argentino recentemente scomparso.

Sempre dal vivo martedì 11 maggio, e con doppio appuntamento (alle 18.30 e alle 20.30), è il concerto del clarinettista Fabio Di Càsola, accompagnato da Benjamin Engeli al pianoforte. Tra i migliori sulla scena internazionale, Di Càsola propone a LuganoMusica un programma che esalta le sue qualità di virtuoso ma lascia apprezzare la soavità e il lirismo del clarinetto nelle pagine di Gade, Schumann e Poulenc.

Sarà dal vivo anche l’approfondimento che ogni anno LuganoMusica dedica al genere da camera per eccellenza con i concerti dei Quartetti Van Kuijk, Artemis e AleaEnsemble.
Si comincia martedì 18 maggio (18.30 e 20.30) con il Quartetto Artemis (anche online il 25 maggio). Si prosegue mercoledì 19 (sempre alle 18.30 e alle 20.30) con il Quartetto Van Kuijk (anche online il 1 giugno), per finire venerdì 28 maggio (18.30 e 20.30) con AleaEnsemble (anche online l’8 giugno).

Informazioni e prenotazioni sono disponibili sul sito www.luganomusica.ch.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.