Openjobmetis padrona del proprio destino. Per questo a Treviso non può sbagliare

Terz'ultima di campionato in Serie A (domenica 18, ore 18,30): Varese deve vincere per allontanare lo spettro retrocessione ma la De'Longhi di Menetti è tra le rivelazioni del torneo. Il match in #direttavn

Openjobmetis Varese - De\' Longhi Treviso 79-80

«Sgarrare non si può», cantava a ripetizione Ligabue delle sue “Anime in plexiglas”, settembre 1991, mese in cui la Benetton dei Kukoc, dei Rusconi e dei Del Negro iniziava il proprio cammino verso il primo scudetto del basket trevigiano. «Sgarrare non si può» oggi deve essere il refrain, la canzone da mettere in continuazione sull’autoradio del pullman che porta la Openjobmetis di Bulleri – uno che a Treviso ha lasciato segni profondi e ricordi bellissimi – da Varese al PalaVerde, teatro della terz’ultima esibizione in campionato dei biancorossi (domenica 18, ore 18,30).

«Sgarrare non si può» per Scola e compagni, perché la sconfitta di un soffio con Venezia e la contemporanea vittoria esterna di Cantù (a Brescia) ha riportato Varese a un passo dalla zona retrocessione, con lo scontro diretto sfavorevole (0-2) rispetto ai brianzoli di Bucchi e con tre partite residue per fare punti. Con un calendario che non è dei più morbidi, perché le due trasferte – quella di Treviso e quella di Brindisi all’ultimo turno – saranno contro due avversarie già sicure di disputare i playoff. Il match in casa sarà invece con una Trieste che appare un po’ scarica ma 1) quella gara andrà comunque vinta e 2) non è detto che battere l’Allianz metta al sicuro la Openjobmetis a cui servono almeno due successi per avvicinarsi alla sicurezza.

La cosa positiva è che Varese è padrona del proprio destino: se vincerà le sue partite, la squadra di Bulleri non dovrà preoccuparsi dei risultati dagli altri campi che – si sa – possono essere velenosissimi in questi casi. Quindi animo, coraggio e concentrazione a partire dalla sfida con la De’Longhi, una delle due grandi sorprese della LBA (l’altra è Brindisi capolista) che tra l’altro sta attraversando un momento magico con sei vittorie consecutive.

Un capolavoro di coach Max Menetti, senza dubbio, ma anche di un gruppo che sulla carta non vantava una considerazione così importante e che invece ha spiazzato tutti, trascinato dalla classe dell’espertissimo Logan, dall’esplosione di Mekowulu sotto canestro, dalla scoperta di Sokolowski, dalle giocate di Russell e dalla solidità di un organico che non ha nomi roboanti ma tanta gente capace di rendere al meglio. Da qualche gara, con i biancoazzurri, c’è anche Trent Lockett che in Italia si era già ben comportanto con Trento e che ora è tornato dopo essersi preso qualche soddisfazione (e qualche buono stipendio) in giro per l’Europa.

Nel caso, però, ai biancorossi servisse un ulteriore motivo di stimolo, ricordiamo anche qui lo scandaloso epilogo della partita di andata (Treviso non ha colpe) quando un fischio chirurgico dell’arbitro Paternicò condannò Scola al fallo antisportivo consegnando ai veneti i palloni di un sorpasso a fil di sirena quando ormai i due punti – d’oro – erano nelle tasche di Varese. Insistiamo sulla inopportunità di quella decisione arbitrale (per difendere la scelta i fischietti dovettero emettere un comunicato ufficiale, cosa che non si vedeva da una vita; intanto Paternicò non ha più diretto Varese…), perché da quella volta gli antisportivi sono diventati una materia tanto infuocata quanto variabile a seconda di chi li chiama. Causando malumori e disparità di giudizio settimana dopo settimana (pensate solo a quello contro Watt nel finale di Trento-Venezia, poi revocato dagli arbitri e decisivo sul risultato finale). Ecco, la Openjobmetis è chiamata a lavare anche quell’onta, quel fischio senza il quale la salvezza sarebbe più o meno già realtà.

DIRETTAVN

La partita del PalaVerde sarà raccontata in diretta da VareseNews attraverso il consueto liveblog, già attivo da venerdì sera, nel quale si possono già trovare notizie, statistiche e curiosità. Dalle 18 circa poi, il racconto istante per istante della gara dal palasport veneto. Per intervenire è possibile scrivere nello spazio commenti oppure utilizzare l’hashtag #direttavn su Twitter o Instagram. Per accedere al live invece, CLICCATE QUI.

CLASSIFICA: Brindisi*, Milano 38; V. Bologna 36; Venezia 32; Sassari**, Treviso 28; Trento, Trieste 22; Cremona, Pesaro 20; Reggio Emilia, Brescia, F. Bologna, VARESE 18; Cantù 16.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.