Vaccinazioni a pazienti fragili, vulnerabili e care giver: chi riguarda e cosa deve fare

Com'è strutturata la campagna vaccinale, chi e quando verranno convocate le diverse categorie, chi ha priorità

Vaccinazione anticovid vaccino

Prendiamo dal portale dell’Asst Sette Laghi le indicazioni per le diversi tipologie di pazienti con le indicazioni sulla prenotazione

Registrazione riservata alle persone particolarmente vulnerabili

(in base alle indicazioni ministeriali) che sono in cura nelle Strutture dell’ASST dei Sette Laghi

Le persone affette da quelle patologie che, secondo le indicazioni dal Ministero della Salute, comportano un rischio più elevato di sviluppare forme gravi di Covid-19, e che sono in cura nei reparti, possono registrarsi sul portale (QUI)  per manifestare la propria intenzione a ricevere la vaccinazione. Possono registrarsi anche i pazienti particolarmente vulnerabili (con le stesse patologie sopra indicate) che hanno compiuto 16 anni.

Inoltre, per i pazienti con le patologie contrassegnate dall’asterisco (*) è possibile indicare il numero di conviventi. Questi ultimi potranno essere vaccinati contestualmente al loro congiunto fragile, previa presentazione, al momento dell’accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione.
Le patologie con asterisco:
 sono i pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive, pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza, pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico, pazienti oncologici o oncoematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure, pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido, o pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche, quando viene sospesa la cura immunosoppressiva, pazienti trapiantati CSE, in casi particolari anche dopo l’anno. (l’elenco preciso qui

Per disabilità grave fisica sensoriale o intellettiva è ammessa la vaccinazione di parenti o caregiver conviventi o che forniscono assistenza continuativa. 

Una volta compilato il modulo di iscrizione, la persona che rientra nella categoria dei pazienti fragili riceverà dall’ASST Sette Laghi una mail di conferma della registrazione e, nei giorni a seguire, con l’avanzamento della campagna vaccinale, una comunicazione via SMS con l’appuntamento in uno dei centri vaccinali dell’ASST Sette Laghi.

Per procedere con la registrazione bisogna cliccare qui a destra su ‘Modulo di iscrizione’ e compilare la scheda con i dati della persona fragile che intende vaccinarsi e i dati di contatto che saranno utilizzati per le comunicazioni.

Prenotazione qui https://a2321.gastonecrm.it/frontend/

Pazienti Fragili

– le persone fragili che sono in cura nell’ASST Sette Laghi, maggiori di 16 anni:

possono registrarsi sul portale di ASST Sette Laghi per manifestare l’intenzione a ricevere la vaccinazione.

Una volta compilato il modulo di iscrizione, la persona che rientra nella categoria dei pazienti fragili riceverà dall’ASST Sette Laghi una mail di conferma della registrazione e, nei giorni a seguire, con l’avanzamento della campagna vaccinale, una comunicazione via SMS con l’appuntamento in uno dei centri vaccinali dell’ASST Sette Laghi.

– le persone fragili che sono in cura in altri Ospedali:
possono rivolgersi alla struttura di afferenza o registrarsi sul portale di Poste Italiane per manifestare l’intenzione a ricevere la vaccinazione.

– le persone fragili che non sono in cura in alcuna struttura:
possono registrarsi sul portale di Poste Italiane per manifestare l’intenzione a ricevere la vaccinazione. I pazienti estremamente vulnerabili non presenti nelle liste di prenotazione, se non seguiti da un centro di riferimento/specialistico ospedaliero, dovranno informare il Medico di Medicina Generale che valuterà, sulla base della sua storia clinica, l’inserimento nelle liste dei soggetti ad elevata fragilità. Entro 72 ore dalla segnalazione sarà possibile prenotarsi sulla piattaforma prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

Le persone affette da quelle patologie che, secondo le indicazioni dal Ministero della Salute, comportano un rischio più elevato di sviluppare forme gravi di Covid-19, hanno diritto a ricevere la vaccinazione anticovid.

Caregiver e familiari conviventi

Dal 16 aprile 2021 sarà consentito ai soggetti disabili gravi già vaccinati o non vaccinabili per età, di accedere al portale per effettuare la prenotazione dei propri caregiver/familiari conviventi. I familiari conviventi delle persone fragili, limitatamente a coloro che hanno una delle patologie contrassegnate dall’asterisco nelle indicazioni ministeriali (clicca qui per il dettaglio) possono:

– se il paziente fragile è in cura nell’ASST Sette Laghi, al momento dell’iscrizione nel portale aziendale, potrà indicare il numero dei familiari conviventi, fino ad un massimo di 3 persone. Questi ultimi potranno essere vaccinati contestualmente al loro congiunto fragile, previa presentazione, al momento dell’accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione.

– se il paziente fragile è in cura in un altro Ospedale: è necessario rivolgersi alla struttura di riferimento per le cure.

 

PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ EX LEGGE 104 ART. 3.3, CAREGIVER E FAMILIARI CONVIVENTI

Chi è in possesso di un verbale di accertamento dello stato di handicap e gravità ai sensi dell’art.3 comma 3 della legge 104 potrà prenotare la vaccinazione anti Covid-19 sulla piattaforma online dedicata per sé e per i propri caregiver/conviventi (possibilità di indicare massimo 3 persone tra caregiver e conviventi). Coloro che non sono in grado di spostarsi autonomamente, a causa di certificati impedimenti allo spostamento e quindi impossibilitati a recarsi presso i centri vaccinali territoriali possono prenotare la vaccinazione direttamente sulla piattaforma online dedicata, indicando la necessità di essere vaccinati al proprio domicilio.

Coloro che non riescono ad accedere alla piattaforma di prenotazione poichè non inseriti nelle liste trasmesse da INPS devono contattare l’ 800 894 545 e fornire i propri dati. Dopo 48 ore potranno prenotare l’appuntamento sulla piattaforma e il giorno della vaccinazione la persona con disabilità grave dovrà presentare copia del certificato di disabilità (verbale) rilasciato dall’INPS. I caregiver/conviventi dovranno essere muniti di apposita autocertificazione.

I soggetti disabili gravi già vaccinati possono accedere al portale per effettuare la prenotazione dei propri caregiver/familiari.

PERSONALE SCOLASTICO

A partire dal 13 aprile 2021 la piattaforma di adesione alla campagna vaccinale per il personale scolastico docente e non docente non sarà più attiva.

Gli appuntamenti per la somministrazione del vaccino già fissati entro la data di mercoledì 14 aprile 2021 (compreso) non subiranno variazioni o annullamenti.

Per gli appuntamenti già fissati a partire dalla data di giovedì 15 aprile 2021 verrà inviato un sms di disdetta dell’appuntamento. Questi cittadini potranno prenotare successivamente un nuovo appuntamento – attraverso il portale di prenotazione – sulla base delle priorità previste dal Piano Nazionale e secondo la fascia anagrafica indicata nelle Raccomandazioni ministeriali.

Coloro che hanno registrato la propria adesione su questa piattaforma a partire da venerdì 9 aprile e che non hanno ancora ricevuto l’sms per la prenotazione di un appuntamento potranno aderire alla vaccinazione, successivamente, sulla base delle priorità previste dal Piano Nazionale e dalle Raccomandazioni ministeriali, nel rispetto dell’Ordinanza del Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19.

LE FASI DELLA CAMPAGNA VACCINALE

L’ordinanza del Commissario straordinario Figliuolo stabilisce che le vaccinazioni anti Covid-19 dovranno seguire il seguente ordine di priorità:

− cittadini over 80;

− persone con elevata fragilità e, se previsto dalle “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 del 10 marzo 2021”, i loro familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari;

− persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, successivamente, quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni, cui verrà somministrato prevalentemente il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca).

Il Ministero della Salute, con circolare del 7 aprile 2021, ad oggetto “Vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca) – Aggiornamento raccomandazioni”, ha infatti aggiornato le precedenti indicazioni sull’utilizzo del vaccino, raccomandandone l’uso in via preferenziale nei soggetti di età superiore ai 60 anni. La stessa circolare consente l’utilizzo del vaccino Vaxzevria nei soggetti che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca. Le persone che hanno già ricevuto una prima dose, pertanto, potranno completare il ciclo vaccinale con il medesimo vaccino.

I cittadini che rientrano nelle fasce di priorità previste dalle Raccomandazioni ministeriali possono prenotare la vaccinazione tramite il nuovo portale dedicato prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.