Varese in campo dopo 42 giorni. Rossi: “In un mese ci giochiamo la salvezza”

Dopo il lungo stop per Covid i biancorossi domenica 18 aprile (ore 15.00) ospiteranno la Lavagnese. L’allenatore: “Chiedo di buttare il cuore oltre l’ostacolo”

calcio città di varese fossano

Sono 42 i giorni passati dal 7 marzo, ultima partita giocata dal Varese nel campionato di Serie D. Dopo il pari contro il Fossano i biancorossi hanno subito un lungo stop dovuto al Covid con cinque rinvii da recuperare nel prossimo mese, che sarà molto intenso ma anche molto importante per la lotta salvezza. Domani – domenica 18 aprile ore 15.00 – Mapelli e compagni ospiteranno al “Franco Ossola” la Lavagnese, formazione ligure che sa essere molto insidiosa.

«Non giocare dopo 42 giorni – spiega mister Ezio Rossi -, di cui 15 senza poterci allenare, è una situazione che non mi è mai capitata in venti anni di carriera. La squadra sembra che stia bene ma il termometro te lo danno solo gli avversari e le risposte arriveranno solo dal campo. In un mese ci giocheremo 11 partite e la salvezza. Chiedo ai giocatori di buttare il cuore oltre l’ostacolo, ma anche la testa. Per noi inizia un nuovo campionato nel quale però i punti pesano molto. Speriamo di riprendere col passo giusto, consapevoli di avere tanti punti interrogativi. Noi siamo fiduciosi per come sta lavorando la squadra, ma è chiaro che è differente giocare tra di noi o contro un avversario. Abbiamo lavorato su più moduli, vedremo come scendere in campo domani».

Riguardo alla formazione, sono ancora diversi gli indisponibili, qualcuno per i problemi legati al Covid, altri per motivi fisici precedenti. Mancheranno Balla e Otelè, Ebagua sarà a mezzo servizio ma una notizia molto importante è il rientro di Disabato, assente dalla seconda di campionato. «Disabato – commenta l’allenatore biancorosso – è il più grande acquisto del Varese in questo momento. Per come si è allenato può essere una pedina molto importante per questa squadra».

Al “Franco Ossola” l’avversario di turno sarà la Lavagnese, squadra che galleggia a metà classifica, che con 42 punti si può dire salva e che nell’ultima giornata ha rifilato un sonoro 6-2 al Borgosesia. Protagonista di questo periodo positivo per i liguri è Andrea Addiego Mobilio, che ha giocato la prima parte di stagione in biancorosso senza però riuscire a imporsi come sperato. Per lui un’autorete – a Casale – e poche luci. «La Lavagnese – analizza mister Rossi – ha fatto molto bene nell’ultimo periodo. È una squadra rognosa che rispetto all’andata ha anche dei giocatori in più forti in attacco come Buongiorno e Solinas, è molto pericolosa e in salute. Si chiudono bene e ripartono, quindi il Varese potrebbe fare la partita ma la Lavagnese potrebbe farsi vedere in contropiede».

DIRETTAVN – Il racconto della gara è già iniziata su VareseNews con tutto il prepartita. Domenica vi racconteremo la gara azione per azione e, a seguire, foto, cronaca, pagelle e interviste. Potrete prendere parte al liveblog commentando in tempo reale e con l’hashtag #DirettaVn sui social. Per visualizzare la diretta CLICCATE QUI

Francesco Mazzoleni
francesco.mazzoleni@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.