Tutti parlano della Openjobmetis che verrà. Ma il campionato non è ancora finito

Nel mare di ipotesi, parole, scenari e presunti scoop di questi giorni, ci sarebbe una partita ancora da giocare. E forse di un playoff da inseguire. Per non fare come due anni fa

Openjobmetis Varese - Allianz Trieste 73-79

I regali speciali per il compleanno di Scola. I patti “segretissimi” già sulla bocca di tutti. La volontà di questo e quello. Il contratto in essere e l’opzione che conta quel che conta. Il blocco italiano, il ballottaggio tra le ali, le sirene dell’Eurolega, le scelte dei veterani.

Gli ultimi giorni sono stati, per un appassionato di Pallacanestro Varese, una sorta di bombardamento di notizie – che notizie non sono – legate alla Openjobmetis che verrà. Ipotesi di ogni tipo per tenere alta l’attenzione e per preconizzare un futuro che va certamente preparato per tempo ma che non va anticipato più del dovuto.

In tutta questa cascata di parole dette e scritte, e la società non è esente da colpe visto che ognuno là dentro sta fornendo le proprie versioni dei fatti, vorremmo sommessamente ricordare una cosuccia. E cioè che il campionato non è finito. Non solo per le squadre di vertice, neppure per la Pallacanestro Varese che ha ancora una partita in calendario e che potrebbe addirittura qualificarsi per i playoff.

Certo, il destino biancorosso è legato a numerose altre variabili a partire dal recupero tra una Brindisi messa in ginocchio dal Covid e una Trento diretta rivale dei biancorossi nella corsa all’ottavo posto. Insomma, le possibilità di un’Openjobmetis impegnata nella post-season sono obiettivamente molto basse, ma prima di smontare e rimontare (a parole e a intenzioni) la squadra sarebbe corretto lasciare terminare il percorso corrente.

Altrimenti si corre il rischio di quel che è successo un paio di stagioni fa: una Varese capace di prendersi – da quarta – la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia sprecò l’ammissione ai playoff andando a perdere (piuttosto male) all’ultima giornata sul campo di una Virtus Bologna senza più obiettivi. Perché a quell’appuntamento, al quale tutti si sarebbero dovuti presentare con il coltello tra i denti, la Openjobmetis arrivò con i guanti bianchi e la volontà di non disturbare. Scarica e senza fame, con una sola eccezione, Aleksa Avramovic, intenzionato a prolungare con i playoff la sua permanenza in biancorosso.

Ecco, non vorremmo ritrovarci qui tra poco più di una settimana con la stessa sensazione di allora, quella di aver ignorato un appuntamento importante, lasciando troppo campo alle parole (piuttosto inutili, se non supportate dai fatti e dai – parlando di mercato – soldi. Perché alla fine, la chiave sarà sempre quella).

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.