Acqua nebulizzata sui tendoni dell’hub vaccinale di Rancio Valcuvia per vincere il caldo

Non c'è ressa nel giorno dei richiami “eterologhi“. Montati bocchettoni per l'irrigazione agricola sul tetto della struttura per abbattere la temperatura interna

Rancio, l\'hub vaccinale combatte contro il caldo

Fuori, nonostante il venticello delle valli, 30 e passa gradi. Dentro, dieci di meno, soprattutto nella zona della sorveglianza sanitaria, cioè dove per 15 minuti si deve attendere il decorso “clinico“ del siero dopo l’inoculazione del vaccino.

Galleria fotografica

Rancio, l\'hub vaccinale combatte contro il caldo 4 di 8

Il motivo sta in un espediente approntato negli ultimi giorni proprio per combattere la canicola: acqua nebulizzata che raffredda la superficie della grande tensostruttura militare montata al principio di aprile per dare seguito alla campagna vaccinale di massa.

Così si è potuto in maniera efficace abbattere di parecchi gradi la temperatura interna che rischiava di trasformare il tendone in un forno (anche se, a dire il vero, anche prima della “doccia“ le temperature erano del tutto accettabili).

Rancio, l\'hub vaccinale combatte contro il caldo

L’idea è venuta la scorsa settimana al sindaco di Rancio Valcuvia Simone Castoldi che ha in poco tempo ideato un sistema piuttosto semplice ma molto efficace, cioè impiegare piccoli bocchettoni per l’irrigazione agricola – offerti dalla ditta Spertini di Laveno Mombello – capaci di nebulizzare l’acqua nella parte della struttura che necessita di una temperatura più basa, quindi quella posteriore, per intenderci, dove avvengono le vaccinazioni.

Un espediente apprezzato dai vaccinandi che anche oggi si sono presentati in oltre mille accessi: attorno alle 12 erano già 700: niente ressa nel giorno in cui era in programma in Lombardia l’inizio della vaccinazione “eterologa” cioè i richiami dei cittadini under 60 che ricevettero la prima dose Asrtazeneca e che da oggi completeranno la copertura con altro vaccino, anche se sembra che per il momento a Rancio Valcuvia siano state effettuate solo dosi di richiamo “Pfizer su Pfizer“ e prime dosi Astrazeneca.

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rancio, l\'hub vaccinale combatte contro il caldo 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.