Ancora vandali alla baita di Orino, oltraggiato il Tricolore nel cuore del Campo dei Fiori

Panchine distrutte e giovani alberi tranciati: vanificato il lavoro di volontari e affezionati che cecano di curare un luogo speciale

Ancora vandali al Pian delle Noci

Era il simbolo della riscossa della montagna e dei suoi valori come altrusmo e rispetto; ora è stata presa di mira da vandali che di tanto in tanto arrivano fino al pian delle Noci: la baita di Orino è stata ancora una volta al centro di una serie di dispetti, molto pesanti per l’importanza che il luogo riveste per le tante persone affezionate a questa natura di montagna che è nel pieno del suo vigore.

Galleria fotografica

Ancora vandali al Pian delle Noci 4 di 7

Ma questa volta la maleducazione è sfociata nell’oltraggio, dal momento che oltre alle panche e ai vetri rotti, è stata divelta anche l’asta che sostiene il Tricolore (nella foto), simbolo di unità ma anche di lotta.

I danni sono stati compiuti in due tempi. la bandiera è stata rovinata domenica, forse nella notte con sabato.

Gli alberi spezzati – erano essenze appena piantate per rinfoltire la radura – risalirebbero alla mattina di martedì.

I soliti volontari sono già entrati in azione per ripulire tutto e consentire di nuovo a chiunque di frequentare questi luoghi fragili proprio perché alla portata di tutti.

Non è la prima volta che la baita del Piano è al centro di atti vandalici: anni fa in un capodanno alcuni adolescenti devastarono con immondizia e sporcizia l’interno della costruzione, poi ripulita grazie al loro ravvedimento. L’anno scorso venne invece imbrattato un monumento ai caduti che sta nelle vallette poco sotto, lungo il sentiero che porta al Forte dal paese.

di
Pubblicato il 10 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ancora vandali al Pian delle Noci 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Mi immagino già la reazione delle istituzioni….verrà citato il disagio giovanile, il lockdown che scatena comportamenti aggressivi, psicologi ed assistenti sociali, ci vuole più dialogo e partecipazione tra i giovani.
    Continuiamo questo buonismo ipocrita…la mia cura sarebbe composta solo da scarpate nel sedere…in primis la installazione di una foto trappola per beccarli sul fatto.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.