La Sinistra Alternativa pronta a scendere in campo per elezioni di Varese

Primo presidio per il gruppo formato da Con Varese al Futuro, Movimento Che Guevara e PCI che, insieme, prendono in forte considerazione l'idea di formare una lista in vista del prossimo autunno. “Varese vittima di una politica senza visione al futuro”

Sinistra Alternativa per Varese

Nasce La Sinistra Alternativa, gruppo composto da Con Varese al Futuro, Movimento Che Guevara e dal ricostituito Partito Comunista Italiano con l’obiettivo di correre in vista delle prossima elezioni amministrative varesine. Sotto un gazebo che sventolava con orgoglio una bandiera ritraente il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo questa mattina, sabato 26 giugno, si è svolto infatti il primo presidio del gruppo politico in Piazza Montegrappa, dove Cosimo Cerardi, Giuseppe “Pippo” Pitarresi, Bartolomeo Ruggiero hanno presentato il manifesto insieme ad alcuni amici e sostenitori.

«Siamo un gruppo di associazioni di cittadine e cittadini che insieme al partito Comunista Italiano (sezione Varese, ndr) hanno deciso di impegnarsi in quanto non si riconoscono nel modo in cui si esercita la gestione della cosa pubblica anche nella città di Varese, espressione di un’idea che affonda le radici in una cultura ispirata ai principi antidemocratici e contrari al bene comune» così si presenta il gruppo alla prima uscita, alla quale nei prossimi mesi seguiranno altri incontri nelle frazioni della Città Giardino.

«La città è vittima di una politica senza visione al futuro». Questa la preoccupazione che ha spinto il comitato a dare vita a una Sinistra Alternativa, che, come si intuisce proprio dall’aggettivo, in vista delle prossime elezioni amministrative (ma non solo) prende le distanze dai partitici di centrosinistra, primo fra tutti quello Partito Democratico: «La situazione economica e pandemica richiede una gestione pubblica differente e per questo chiediamo un cambio di rotta – afferma Cerardi -. Per Varese la presenza di una sinistra alternativa è qualcosa di necessario. Non riteniamo infatti che il PD sia un partito realmente capace di rappresentare i valori della sinistra, la sua reale posizione è al centro».

«Il comune deve arrivare alla gente, deve essere il suo parapetto, prestando attenzione ai problemi sociali in quello che sarà il mondo post-covid» sottolinea Bartolomeo Ruggiero del Movimento Che Guevara: «Non si può rimanere indifferenti a quello che rischia di essere un dissanguamento di lavoratori, artigiani e commercianti a causa di questa crisi terribile»

Per il nome del candidato sindaco e del programma naturalmente bisogna ancora aspettare, anche se sotto al gazebo il gruppo ha detto di avere già una prima rosa di possibili candidati e di non escludere la possibilità che a guidare la lista possa essere una candidata. Ma l’obiettivo al momento è quello di poter allargare il novero dei partecipanti e aderenti al progetto guidato dai valori “antifascisti e democratici”.

«Vogliamo dare vita a un percorso comune – conclude Sinistra Alternativa per Varese – e così costruire un programma condiviso con chi la città non solo la abita ma anche la vive e vuole prendersi cura del territorio, inteso nella sua globalità, con chi vuole che la macchina comunale sia un mezzo al servizio del bene di tutte e di tutti e intende, attraverso il governo della città, rendere diffusa la partecipazione dei cittadini senza discriminazione alcuna, anche con chi in questo momento fa più fatica a capire questo senso di appartenenza».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    “espressione di un’idea che affonda le radici in una cultura ispirata ai principi antidemocratici e contrari al bene comune”
    Che queste affermazioni vengano fatte da coloro che si identificano nel comunismo è perlomeno comico visto come i loro compagni cinesi si stanno comportando ad Hong Kong con la repressione della libertà di stampa e di parola.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.