Salvini ‘benedice’ Cassani: “Altri cinque anni di buona amministrazione”

Tre quarti d'ora di passeggiata e bagno di folla, per confermare gli accordi sulle città che vanno al voto. Inattesa la posizione sull'ospedale unico: "Stiamo attenti, pensiamoci bene"

Salvini a Gallarate

A Gallarate arriva Matteo Salvini, per blindare la ri-candidatura di Andrea Cassani a sindaco e anche per annunciare l’accordo del centrodestra a Varese, sul nome di Matteo Bianchi.

Galleria fotografica

Salvini a Gallarate 4 di 6

Una lunga passerella per il leader leghista, con i primi selfie nell’appartata piazzetta Ponti (dove lo aspettavano i leghisti gallaratesi e della zona), il corteo attraverso la piazza, il bagno di folla davanti al “Cassani Point”.

«Gallarate ha altri cinque anni di buona amministrazione da poter scegliere» ha detto il leader della Lega, a fianco di Cassani. «Fare il sindaco non è facile, Andrea ci ha messo l’anima, le aziende che ho visitato stamattina ci hanno ringraziato. Sanno che è un sindaco che dice sì o no, risponde senza pratiche, burocrazia e lungaggini a imprese e cittadini».

Ormai l’accordo complessivo sulle tre grandi città – Busto, Varese, Gallarate – è chiuso, sancisce: «Ci siamo, oggi abbiamo chiuso Varese» ha confermato Salvini, ringraziando per la disponibilità Matteo Bianchi. E di accordo complessivo sui grandi Comuni al voto parla anche Stefano Gualandris (qui il video).

Salvini a Gallarate

Per la Lega gallaratese è in ogni caso la sanzione definitiva della ricandidatura di Cassani, al di là della presentazione di coalizione che verrà. A Gallarate la campagna elettorale è già lanciata. «Anche i sinti ci stanno dando la mano» ammette con ironia qualche leghista, riferendosi alla polemica sui sinti gallaratesi, ottimo terreno di costruzione del consenso sui temi “forti” leghisti.

Salvini tra piazzetta Ponti e il bagno di folla in via Turati ha parlato anche di altri temi d’interesse locale, al di là dei riferimenti su temi mainstream nazionali. Ha visitato il Maga, «un museo straordinario, ho parlato con il nostro Sottosegretario perché lo Stato ci metta un po’ di interesse e di soldini». 

Decisamente inatteso, nei toni, il riferimento al tema dell’ospedale unico: «Abbiamo lavorato perché Gallarate mantenga i suoi servizi. Sento parlare di fusioni di ospedali e dico che bisogna stare molto attenti e pensarci bene». Una posizione prudente che frena, di fronte al centrodestra che è il grande sponsor (tra Regione e territorio) dell’idea dell’ospedale unico (o nuovo, come si è iniziato a dire negli ultimi tempi).
«Il diritto alla salute va garantito a tutti e l’anno e mezzo di covid lo dimostra e i tagli imposti da quel genio di Monti li abbiamo pagati noi sulla nostra pelle».

Salvini a Gallarate frena sull’ospedale unico con Busto: “Pensiamoci bene”

Nessuna contestazione, salvo qualcuno che tenta assolutamente di attrarre l’attenzione del potente di turno. In piazzetta Ponti Salvini ri-detta la linea su Black Lives Matters (tema «imposto dalla sinistra», «vorrei invece che i nostri giocatori si inginocchiassero dopo aver segnato un gol»). Introdotto dal sindaco Cassani, in via Turati di fronte alla folla esordisce: «Che bello tornare alla normalità, senza mascherine e senza coprifuoco. Ringrazio Gallarate e tutti gli italiani perché hanno dimostrato enorme buonsenso, responsabilità e generosità. Ora tocca alle istituzione, tagliare burocrazia, rendere l’Italia più libera e sicuro, per questo stiamo al governo».

Salvini a Gallarate

Sponsorizza i referendum sulla giustizia («Certezza della pena e anche i giudici se sbagliano devono pagare»), invoca una risposta corale a Letta che vuole lo ius soli (dalla folla buu e qualche insulto al leader Pd), ascolta un ragazzo che profetizza l’invasione degli stranieri («Mia mamma lavora qui a Gallarate dice che non tra cento ma tra due anni comanderanno loro») e promette porti chiusi. E infine ringrazia le forze dell’ordine citando gli agenti carcerari arrestati a Santa Maria Capua Vetere: «Chi sbaglia paga, ma tra chi indossa la divisa e i ladri sto con chi ha la divisa». 

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Salvini a Gallarate 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GMT

    … altri 5 anni di cosa?
    … diciamo che abbiamo tutti l’impressione che abbiano premuto il tasto pausa e adesso negli ultimi mesi del mandato il fast forward, l’avanzamento cercando di recuperare il tempo perduto …
    cordoli fastidiosi, piazza rifatta ma non ultimata, parchi migliorati ma non completati (non tutti), biblioteca trasferita ma in parte, …
    … la fabrica del dom de milan l’è pusè svelta

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.