Tre chilometri di Statale, 11 sacchi di spazzatura raccolta in Valganna dai volontari

Il grido di dolore dei volontari di Strade pulite: “Chiediamo aiuto alle istituzioni!“. Sono 7 i gruppi attivi fra le provincia di Varese, Milano e Torino

Continua la battaglia contro i rifiuti in Valganna

«E’ il quarto passaggio da inizio d’anno, chiediamo aiuto alle istituzioni!».

Galleria fotografica

Continua la battaglia contro i rifiuti in Valganna 4 di 6

Questo il grido di dolore dei volontari di “Strade Pulite“ che rilevano i problemi legati alla gestione del territorio e del suo decoro. «Gli enti locali interessati faticano a tenere pulite le strade, le istituzioni locali devono fare di più, Anas compresa» è la richiesta del fondatore dell’associazione, Damiano Marangoni.

La ripartenza, il maggior numero di auto e persone che sfrecciano lungo la statale della Valganna purtroppo hanno lasciato il segno.

Ieri i volontari Ermanno ed Andrea erano di nuovo sulla SS233 in territorio di Valganna.

Nei 3 chilometri dalla frazione di Ganna a Induno Olona hanno riempito 11 sacchi e recuperato parecchio materiale ingombrante, nonostante un recente passaggio.

L’associazione vanta ad oggi 7 gruppi in provincia di Varese, Milano e Torino: Altovaresotto, Varese, Olgiate Olona, Gallarate, Alto milanese, Milano Ovest, Collegno TO.

Milano Ovest ha ricevuto un riconoscimento pubblico dal comune di Ossona (MI) in occasione della festa della repubblica con tanto di banda.

di
Pubblicato il 10 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Continua la battaglia contro i rifiuti in Valganna 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. osservatore
    Scritto da osservatore

    ma gli enti preposti alla puluzia e pagati con i nostri soldi che cosa fanno ???
    Aspettano i volontari ?
    Sindaco risponda per favore !

  2. Scritto da carlo196

    Ma è cosi complicato mettere qualche “fototrappola” in modo da beccare qualcuno dei responsabili del degrado e sanzionarlo a dovere in modo da dare un esempio agli altri sporcaccioni?

  3. Scritto da Felice

    Lo specchio della follia e decadenza di questo paese è raccontato in questo articolo di VareseNews dove il geometra Anas arriva a fermarsi per cazziare i volontari che puliscono le strade dicendo che portano via il loro lavoro.
    Un pò se un poliziotto comunale passando per la mia via e vedendomi pulire il marciapiede e la strada davanti alla mia casa mi multasse in quanto “rubo” lavoro altrui.
    https://www.varesenews.it/2020/09/puliamo-le-strade-anas-ci-sgrida/965381/
    Ma monitoriamo pure i sacchetti ed i rifiuti che troviamo sulle nostre strade…alcuni rimangono lì per 5-6-7-ANNI (ebbene sì ANNI) …quindi di quali “lavoratori” si sta parlando? Di quelli che non escono mai?
    Che Anas incominci ad essere trasparente e pubblichi una mappa delle pulizie periodiche e poi possiamo parlare di competenze, diritti e doveri. Quanti siete, quante uscite fate e dove? Per ora ci è difficile vedere gli effetti delle uscite dei solerti netturbini Anas…la discarica a cielo aperto a cui sono ridotte le strade ne è la dimostrazione.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.