Anche alcuni studenti varesini tra gli italiani bloccati a Malta. Astuti: “L’Ambasciata sta lavorando per il rimpatrio”

Il consigliere regionale: "Per provare a rassicurare le famiglie, insieme ai nostri parlamentari, siamo in contatto con gli uffici preposti della Farnesina"

Malta

Ci sono anche alcuni ragazzi – almeno quattro – varesini tra gli studenti bloccati a Malta a causa del Covid. Fanno parte di un gruppo più ampio di italiani, oltre un centinaio tra allievi e accompagnatori, al momento in isolamento per essere entrati in contatto con un compagno contagiato dal virus. I ragazzi erano a Malta per una vacanza studio.

Una situazione che dovrebbe chiarirsi già nelle prossime ore. Soprattutto si attendono notizie sulle procedure per un eventuale rimpatrio dei minori e le misure che saranno adottate. È quanto risulta dalle interlocuzioni avute dal consigliere regionale Samuele Astuti, che spiega: «Per provare a rassicurare le famiglie, insieme ai nostri parlamentari, siamo in contatto con gli uffici preposti della Farnesina. Consapevoli che l’emergenza si risolverà in breve perché a Malta la nostra Ambasciata ha già inviato personale nelle strutture che ospitano i ragazzi per assicurasi della condizioni sanitarie e psicologiche e sta facendo tutto il possibile per il rientro in sicurezza degli adolescenti, è più che giustificata l’apprensione dei genitori per i figli minorenni. Purtroppo l’esplosione improvvisa dei contagi ha evidentemente colto di sorpresa le autorità maltesi, che infatti da ieri hanno deciso di chiudere tutte le scuole di lingua per stranieri e diramato nuove procedure di ingresso nel Paese».

«Viste le ottime relazioni tra Italia e Malta siamo certi che il rimpatrio avverrà non appena possibile – continua Astuti – Ma il nostro auspicio, ed è quello che abbiamo riferito ai nostri contatti al ministero degli Esteri, è che che si possano trovare procedure semplificate per il rientro dei ragazzi».

«Desta grande preoccupazione la notizia di 120 ragazzi italiani bloccati a Malta perché trovati positivi al Covid. Molti di loro devono sottostare a quarantena ed è necessario garantire la massima sicurezza sanitaria. Siamo in contatto con la nostra ambasciata a Malta che sta seguendo con la massima attenzione la situazione. È necessario che le autorità maltesi garantiscano la massima sicurezza sanitaria a questi ragazzi, per lo più minorenni, e attivino tutti i protocolli necessari per garantire a chi, dopo il doppio tampone, risulterà negativo, il ritorno in Italia nel tempo più breve possibile». Hanno dichiarato i senatori del Pd Alessandro ALFIERI e Tatiana Rojc

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.