Direttivo della Cisl dei Laghi sulla situazione degli istituti bancari

I delegati affronteranno il prossimo 29 luglio la situazione dei differenti istituti di credito tra pensionamenti, chiusura di filiali e nuove assunzioni

banca

Consiglio direttivo della Cisl dei Laghi il prossimo 29 luglio. I delegati delle province di Varese e di Como si confronteranno on line sul tema degli istituti bancari.

I componenti del consiglio dell’area si confronteranno con il Segretario Generale First Cisl Riccardo Colombani, il Segretario Generale First Cisl Lombardia Andrea Battistini e il Segretario Generale First Cisl dei Laghi Alberto Broggi.

Al centro dei lavori, la situazione dei diversi gruppi bancari presenti nelle due province di Como e di Varese in un contesto segnato dai rischi di una nuova ondata di pandemia da Covid-19, da profonde modifiche organizzative, da chiusure di sportelli, da esodi incentivati verso il pensionamento e dalla necessità di avviare un convincente ricambio generazionale con l’inserimento di nuovi assunti.

Il quadro complessivo dei diversi gruppi bancari preoccupa la First Cisl dei Laghi, in quanto a fronte di pesanti esodi, pochi sono gli inserimenti di nuovo personale nei territori di Como e Varese, con il rischio di un depauperamento professionale, reso ancora più ampio dalla chiusura di tante filiali che portano ad un minor radicamento territoriale.

La First Cisl lavora per un rilancio dei servizi ad imprese e famiglie, ancor più necessario in un quadro di perdurante incertezza, proprio per supportare l’attività economica nelle province di Como e di Varese, in Lombardia e nel resto dell’Italia.

Il confronto partirà da un’analisi del panorama bancario di riferimento così definito:
GRUPPO INTESA SANPAOLO
Nel gruppo proseguono le uscite per esodo dei dipendenti, nel primo semestre 2021 circa 1.900 che salgono a 2.300 con le uscite del 31.12.2020.
Nelle province di Como e di Varese si sono registrate circa 70 uscite, mentre sale la preoccupazione per la chiusura delle filiali (411 in programma, di cui 10 nella Prov. di Como e 5 in Prov. Varese), che costringono poi a successive intense riorganizzazioni che interessano a livello locale i portafogli dei gestori. Un attenzione particolare è riservata alle pressioni commerciali, alla formazione dei nuovi colleghi arrivati dal gruppo UBI ed alla necessità di nuovi inserimenti di personale.

GRUPPO UNICREDIT
A livello nazionale si sono registrate cessazioni complessive nel 1° semestre 2021 di 1.337 colleghi/e di cui 1.260 in Unicredit S.p.A., a fronte di 680 assunzioni totali, tra queste 400 nella rete commerciale. Nel primo semestre, il gruppo ha chiuso 150 sportelli, di cui 4 nelle due province in aggiunta ai 7 degli anni precedenti. Nelle province di Como e Varese, come nel resto d’Italia, è stata avviata l’apertura al pubblico solo al mattino e l’eliminazione della cassa con operatore (Cash Less oggi Advisory).

GRUPPO BANCO BPM
Il gruppo bancario, molto radicato nelle ns. due province, vede l’uscita per pensionamento di 1607 colleghi (di cui la metà già uscita al 30 giugno), la chiusura di 300 sportelli già effettuati, 800 nuovi ingressi previsti entro il 2023, di cui 130 entro luglio. Nelle province di Como (6) Varese (8) si sono registrate le chiusure di 14 sportelli e l’uscita di una trentina di dipendenti. Da qui la richiesta della First Cisl di canalizzare sugli sportelli delle due province nuove giovani risorse e di rafforzare la formazione attraverso il ripristino della formazione a richiesta prevista dal CCNL alquanto urgente, visto che nel 2020 il monte ore
dedicato alla formazione si è ridotto del 32 %.

GRUPPO BPER
Il gruppo, con sede a Modena, ha acquisito pressochè integralmente le filiali nelle province di Como e di Varese di UBI Banca, con un marchio ancora poco conosciuto nelle due provincie. Esso è impegnato in un intenso lavoro riorganizzativo, specie per rinnovare la piattaforma tecnologica delle filiali. La First Cisl chiede la valorizzazione delle alte professionalità delle direzioni locali e degli sportelli nelle province di Como e di Varese,
proprio per rilanciare il servizio ad imprese e famiglie.

GRUPPO CREDIT AGRICOLE/CREVAL
I due gruppi bancari si sono uniti dopo l’acquisizione del Credito Valtellinese da parte del Credit Agricole tramite l’OPA conclusa con successo, che ha raddoppiato il numero degli sportelli nelle Province di Como (26) e di Varese (21), per un totale di 47 sportelli. Il nuovo gruppo sta definendo gli equilibri di vertice nei diversi territori, auspicando la valorizzazione degli sportelli e dei poli deliberativi nelle province di Como e di Varese.

GRUPPO BNL/BNP Paribas
Il gruppo bancario presente anche nelle Province di Como e di Varese ha in corso una mobilitazione sindacale, avviata a fronte di un progetto di esternalizzare dal perimetro del gruppo alcune attività aziendali, che potrebbe interessare circa 900 persone.
Nelle province di Como e di Varese, la First Cisl auspica l’inserimento di alcuni giovani, dopo che nel corso nel corso del 2020 sono stati inseriti a livello nazionale oltre 100 Juniorprincipalmente in ruoli commerciali ed assegnati 100 Stage.

DUETSCHE BANK
A dicembre 2020 sono stati firmati 2 importanti accordi sul rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale (CIA) e sulla riorganizzazione. L’accordo raggiunto prevede 248 uscite volontarie ed incentivate, a fronte di 110 nuove assunzioni a tempo indeterminato per garantire il ricambio generazionale e la chiusura di 14 sportelli. La First Cisl dei Laghi chiede un adeguata attenzione dei territori di Como e di Varese per l’inserimento di giovani nelle filiali.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.