Droga nelle mutande e cane al guinzaglio, arrestato spacciatore della movida a Varese

L'uomo, un cittadino italiano di 40 anni, è stato trovato con con addosso 100 dosi di cocaina e 40 grammi di hashish. Il Gip ha diposto gli arresti domiciliari

Arresto per droga

Una scatoletta di droga, nascosta nelle parti intime, con dosi di cocaina pronte per essere vendute. G.F, un cittadino italiano di 40 anni è stato arrestato nel pomeriggio di martedì dagli agenti della squadra Mobile – Sezione Antidroga di Varese con addosso 100 dosi di cocaina e 40 grammi di hashish.

Da alcuni giorni, giungevano a personale della Sezione Antidroga, informazioni che indicavano in un pregiudicato italiano uno tra i principali fornitori di cocaina della Varese che frequenta i locali della movida. In particolare l’uomo, era solito raggiungere a piedi dalla propria abitazione i diversi locali del centro accompagnato da un cagnolino, accoppiamento spesso utilizzato dagli acquirenti per riconoscere il loro pusher.

Alcuni servizi di osservazione, hanno permesso di individuare il soggetto, peraltro già conosciuto per i suoi precedenti specifici, che effettivamente si aggirava tra i locali del centro così come descritto dalle fonti, rendendo di fatto impossibile un suo pedinamento con esito positivo.

Martedì pomeriggio, l’uomo è stato intercettato nei pressi della sua abitazione ed è stato sottoposto ad un controllo. È stato quindi sottoposto ad una perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di due scatolette in metallo per caramelle dove erano contenute una quindicina circa di dosi di cocaina. Le scatole era nascoste nelle parti intime.

La perquisizione è proseguita nell’abitazione dell’uomo, dove, all’interno di una cassaforte, è stata trovata altra cocaina: circa 50 grammi, già divisa in circa 100 dosi di diverse pesature pronte alla vendita. Inoltre, sono stati trovati circa 40 grammi di hashish, il classico materiale per la pesatura e il confezionamento delle dosi e la considerevole somma di quasi 14.000 €, ritenuto denaro provento dell’attività delittuosa.

G.F. è stato quindi tratto in arresto e su disposizione del PM. La mattina del 1 luglio è stato interrogato dal Gip che ha convalidato l’arresto, disponendo la misura degli arresti domiciliari. Sono in corso accertamenti finalizzati ad identificare clienti e fornitori dell’uomo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.