Egbunu riabbraccerà la Openjobmetis: ecco le premesse per il ritorno

Un'offerta valida dei biancorossi, l'affievolirsi della "pista francese", sondaggi non esaltanti con i pari-ruolo. Si va verso un "Long John Bis" per il ruolo di pivot?

Openjobmetis Varese - Carpegna Prosciutto Pesaro 81-68

E se l’ultimo tassello per la Openjobmetis fosse quello che era “già in casa”? La possibilità che il pivot titolare biancorosso sia di nuovo John Egbunu è in rapida risalita per una serie di ragioni che si sono accavallate nelle ultime ore.

L’OFFERTA – La prima: Varese ha fatto un’offerta, buona per gli standard biancorossi, e in pratica non l’ha mai ritirata, nemmeno quando all’agente del giocatore era stato dato un ultimatum, giorni fa. Sul tavolo la Openjobmetis ha messo quei soldi e li garantisce.

IL CASTING – La seconda: i sondaggi esplorativi effettuati dallo staff varesino non hanno portato risultati particolarmente interessanti. Tolti dal radar quei giocatori troppo cari (tipo Elegar, andato all’asta al rialzo tra Reggio, Napoli e la Corea), gli altri pivot visionati non hanno scaldato più di tanto il cuore. Certo, non dispiaceva un giocatore come Sims per via di alcune caratteristiche tecniche, ma nulla da far scoccare amore a prima vista.

LA FRANCIA – Terzo, e forse più importante. I procuratori di Egbunu – che fanno il loro lavoro – pensavano di piazzare Long John in Francia, dove pare che il Limoges più di altri fosse interessato al nigeriano. Con uno stipendio superiore a quello proposto da Varese. Ma le squadre francesi fino a oggi non hanno affondato il colpo, e anche a livello fiscale non ci sarebbero grandi vantaggi rispetto all’Italia, anzi.

Non stupisce quindi che l’entourage di Egbunu abbia riconsiderato quello che Varese ha messo sul piatto (tanto che un sito specializzato, Sportando, segnala il dietro-front in direzione Masnago). Viste le premesse quindi, le possibilità che il centrone nigeriano torni a vestire la maglia biancorossa sono di nuovo molto solide. La sua presenza difensiva è sicuramente molto considerata in casa varesina, così come il fatto di non essere un “mangia palloni” e di poter sfruttare i tagli in area quando in post basso va un bravo passatore come Gentile. E poi c’è quella durezza nei blocchi che ha dato una mano a brillare a Ruzzier nella seconda parte di stagione: aiutare il play – in questo caso Kell, esordiente in Italia – ad avere spazi larghi all’inizio dell’azione è un’altra qualità importante che Egbunu può mettere in campo. Nelle prossime ore, probabilmente, ne sapremo di più.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.