Da Fondazione Cariplo più di 200mila euro per promuovere la lettura in provincia di Varese

Da Vengono inferiore a Saranno, passando per Busto Arsizio e Malnate: tante le iniziative e progetti di amministrazioni e associazioni scelte e sovvenzionate da Fondazione Cariplo

libri

Fondazione Cariplo stanzia 12,5 milioni di euro per progetti culturali e per diffondere la lettura, a cui si aggiungono 2 milioni di euro per il nuovo bando sul patrimonio storico-architettonico. Di questi, circa 299mila euro andranno a Comuni e associazioni della provincia di Varese.

In risposta al Bando “Per la Cultura” sono arrivate oltre 600 richieste per un totale di 66 milioni di euro, segno di un fabbisogno complessivo molto ampio.

«Le attività culturali sono un nutrimento prezioso per le persone; se da un lato la fondazione è impegnata a sostenere iniziative sociali sul fronte delle povertà, dall’altro non possiamo dimenticare che il sostegno alla cultura rappresenta un enzima importante per la crescita delle persone, perché arricchisce e completa: la cultura offre occasioni di relazione e di rafforzamento dei legami, nello stare insieme, godendo del patrimonio artistico e dell’eccellenza culturale dei nostri territori», hanno commentato i varesini all’interno della Commissione Centrale di Beneficenza Andrea Mascetti (coordinatore della commissione Arte e Cultura), Giuseppe Banfi, Elisa Fagnani e Sarah Maestri.

I progetti selezionati

Tra i progetti scelti e sovvenzionati in favore del libro e della lettura, “Il Premio Chiara per la lettura” dell’associazione Amici di Piero Chiara (15mila euro), 42 mila euro al progetto “LeggerMente – Insubria terra di Libri” dell’associazione culturale Terra Insubre, le letture da 0 a 99 anni promosse dal Comune di Tradate (15mila euro), “Ready to read” del comune di Saronno, che si impegnerà a promuovere la lettura tra bambini e adolescenti (63mila euro), “Liberalmente-azioni multimediali per la promozione del libro e della lettura” di Besozzo (45mila euro), “Appassionatamente inconsapevoli – lettori che non sapevano di esserlo” di Malnate (40mila euro), “Reading Busto: leggere in città, leggere la città” di Busto Arsizio (63mila euro) e, infine, il progetto “Sulle ali della cultura” di Venegono Inferiore, per cui sono stati stanziati 16mila euro.

Quanto al progetto per la cultura è stato scelto “Nuove terre” di Laveno Mombello, che ha come obiettivo la digitalizzazione e l’adeguamento strutturale del Museo internazionale del design ceramico.

L’impegno di Fondazione Cariplo

In questi giorni hanno trovato compimento alcune importanti iniziative che Fondazione Cariplo ha messo in campo a sostegno di progetti ed enti che operano in ambito culturale, dentro una strategia più ampia che per il 2021 ha l’obiettivo di continuare a sostenere un comparto in grave difficoltà. In questi 30 anni, dal 1991 quando è nata la Fondazione, sono stati destinati 1 miliardo e 200 milioni di euro per realizzare 14mila progetti in ambito arte e cultura, un settore che da sempre la Fondazione ritiene strategico e fondamentale per la crescita delle persone, delle comunità e del territorio. La conferma viene da tre provvedimenti approvati nei giorni scorsi. In questa fase dell’anno, il Cda ha destinato al settore 14,5 milioni di euro: 9,5 milioni di euro a sostegno di 94 progetti che puntano alla ripresa delle attività culturali, alla promozione del benessere delle persone e allo sviluppo delle comunità, con un’attenzione particolare ai giovani e alle fasce della popolazione più colpite dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria; 3 milioni di euro per 75 progetti volti a promuovere la lettura come pratica quotidiana per fasce sempre più ampie della popolazione, in modo da favorirne l’inclusione sociale, economica, culturale.

A questo impegno si aggiunge il lancio di una nuova iniziativa attiva da domani, mercoledì 7 luglio: 2 milioni di euro per il nuovo Bando “SOS patrimonio” che verrà pubblicato il 7 luglio. L’iniziativa sostiene interventi sul patrimonio storico-architettonico di pregio, anche in considerazione della significativa contrazione delle risorse dedicate alla conservazione dei beni culturali, avvenuta nel 2020, a causa delle nuove priorità legate all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Pur confidando in una rapida e duratura ripresa, appaiono preoccupanti le conseguenze della pandemia all’interno del settore culturale e nei comparti collegati, a partire dal turismo, dagli eventi culturali fino al teatro, messi a dura prova – in questi mesi – dalla quasi completa assenza di pubblico e di visitatori. L’impoverimento e le condizioni generali delle famiglie rischiano di limitare la partecipazione a momenti e occasioni legati alle arti performative, la fruizione del patrimonio culturale e, in generale, l’accesso alla cultura, pratiche fondamentali per coltivare la coesione della comunità e il senso di appartenenza dei cittadini. Per tali ragioni Fondazione Cariplo, durante la pandemia ha progettato e lanciato queste iniziative che oggi trovano concretezza nel sostegno alle riaperture e alla ripartenza delle attività.

Ciò che è emerso è un enorme bisogno: seppure straordinaria, l’azione promossa da Fondazione Cariplo è riuscita a rispondere solo ad una parte delle organizzazioni che hanno fatto richiesta: complessivamente alla Fondazione sono arrivate 639 richieste per un fabbisogno complessivo di 66 milioni di euro, valori molto più ampi della disponibilità che segnalano una situazione eccezionale; mai si era avuta un’adesione di così ampia portata, segno che le tematiche proposte dai bandi hanno toccato un punto vivo e che il settore è in difficoltà, se ancora vi fosse la necessità di conferma.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.