Infortunio sul lavoro a Carbonate, fratture al braccio e amputazione di un dito per un operaio di 53 anni

L'incidente è avvenuto questa mattina alla ditta Ompi srl di via Boccaccio. Per cause ancora in corso di accertamento l'operaio stava lavorando quando un braccio è rimasto intrappolato in un macchinario per la tornitura

Elisoccorso Luca Sacchet

Grave infortunio sul lavoro questa mattina in un’azienda di Carbonate, in provincia di Como, dove un uomo di 53 anni è rimasto gravemente ferito.

L’incidente si è verificato poco prima delle 9 alla Ompi srl di via Boccacio. Per cause ancora in corso di accertamento l’operaio stava lavorando su un macchinario per la tornitura quando la mano e il braccio sono stati agganciati dall’apparecchiatura.

Un uomo ha riportato fratture multiple al braccio oltre all’amputazione del mignolo della mano sinistra.

Sul posto insieme ai Carabinieri di Cantù e ai Vigili del fuoco di Como sono intervenute due ambulanze con il supporto dell’elisoccorso decollato da Milano, che ha trasportato il ferito all’Ospedale di Circolo di Varese in codice rosso.

Le condizioni del 53enne sono serie ma non è in pericolo di vita.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.