Il bronzo di Martinenghi e la gioia annacquata di coach Pedoja: “Da casa non è la stessa cosa”

L’allenatore del campione di Azzate ha dovuto assistere da casa all'impresa di bronzo: "Dal divano è come guardare un film". Ora le 4x100 miste: nella femminile ci sarà Arianna Castiglioni

marco pedoja nicolò martinenghi nuoto

È partito con Nicolò Martinenghi per il Giappone, lo ha seguito per una settimana ma a pochi giorni dall’esordio olimpico, uno dei traguardi più attesi nella carriera di un atleta e quindi anche del suo allenatore, lo ha dovuto salutare per tornare a casa. 

Questione di regolamenti, ma quello di Tokyo è stato un “arrivederci” difficile da digerire, anche a causa del grande risultato ottenuto dal campione di Azzate nella gara dei 100 rana. Così Marco Pedoja, il coach storico di “Tete” ha dovuto vedere la grande impresa dalla televisione.

«Bello, però con l’amaro in bocca. Assistere alla gara dal divano – spiega Pedoja – è stato come vedere un film, non l’ho vissuta come quando si sta a bordo vasca. Da lontano realizzi quello che hai conquistato ma non fino in fondo. Finché non incontrerò persone e allenatori che sono a Tokyo non posso sapere davvero quello che abbiamo fatto».

Il rapporto strettissimo tra Pedoja e Martinenghi dura da una decina di anni: «Dopo la gara ci siamo scambiati un paio di messaggi molto emozionanti (Pedoja ha pubblicato su Instagram il primissimo piano della medaglia di Nicolò ndr), e solo dopo qualche ora con il telefono che ha continuato a squillare, mi sono davvero reso conto dell’impresa».

Per Martinenghi l’Olimpiade di Tokyo 2020 dovrebbe continuare: nei prossimi giorni verranno sciolte le riserve sulle squadre che affronteranno le staffette e nella 4×100 mista (un atleta per ognuno dei quattro stili: dorso, rana, farfalla e crawl ndr), Nicolò dovrebbe disputare la frazione a rana.

A proposito di staffette, sono ormai sciolti i dubbi sulla partecipazione dell’altra ranista del Varesotto a una gara olimpica. Arianna Castiglioni, primatista italiana dei 100 rana, non ha preso parte alla prova individuale perché i due pass erano stati assegnati a Benedetta Pilato e Martina Carraro. Il c.t. Butini ha ugualmente convocato Castiglioni per Tokyo e, vista anche la difficoltà della giovanissima Pilato (squalificata in batteria nei 100), darà spazio alla campionessa di Busto Arsizio nella 4×100 mista.

Martinenghi Olimpico! È bronzo nei 100 rana

A casa Martinenghi, tra rane di ceramica e sorrisi. “Alle 4 è suonato il citofono e gli amici si sono uniti a noi”

Francesco Mazzoleni
francesco.mazzoleni@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.