Un successo la “Notte Bianca” nei rifugi antiaerei di Varese

I rifugi antiaerei di Varese verranno nuovamente riaperti al pubblico nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre, in concomitanza con la manifestazione cittadina “Ecorun”

Generica 2020

Si è rivelata un vero successo la “Notte bianca nei rifugi antiaerei” che ha avuto luogo sabato 10 luglio scorso dalle ore 21.00 alle 23.30.

L’iniziativa, ideata dall’Amministrazione Comunale di Varese e dal Gruppo Speleologico Prealpino per offrire alla cittadinanza una singolare e piacevole attrattiva, ha visto come protagonisti due dei più importanti rifugi antiaerei risalenti alla seconda Guerra Mondiale.

Stiamo parlando del rifugio dei Giardini Estensi, con ingresso in via Lonati e del rifugio di Biumo Inferiore, struttura sotterranea che, a differenza della prima, viene aperta alle visite pochissime volte.

In poco più di un paio d’ore sono giunte oltre 200 persone, accolte e distribuite in piccoli gruppi grazie alla disponibilità di 12 speleologi del G.S. Prealpino. Chi ha visitato i rifugi si era prenotato vari giorni prima, così da organizzare al meglio e in sicurezza le visite, condotte nella suggestiva cornice di ambienti sotterranei che hanno trasmesso al pubblico la conoscenza di vicende storiche ormai quasi dimenticate, tuttavia drammaticamente legate alla vita di Varese negli anni 1943-44. In quel periodo, infatti, nel sottosuolo cittadino vennero ricavati vari rifugi per
difendere la popolazione dai bombardamenti, strutture sotterranee realizzate nei rioni più popolati allo scopo di offrire una via di salvezza a quante più persone si potesse.

A distanza di molti anni, grazie agli accordi intercorsi tra il Gruppo Speleologico Prealpino e l’Amministrazione Comunale di Varese, è stato possibile riaprirne al pubblico due tra i più suggestivi, quello sotto i Giardini comunali e quello di Biumo.

Generica 2020

Esperienza davvero interessante e piacevole, se non altro per la gradita opportunità di sfuggire per un po’ alla fastidiosa calura estiva, accompagnati lungo le buie e fredde gallerie dove, una settantina di anni fa, moltissima gente trovò rifugio e salvezza durante i bombardamenti degli alleati.

Per fortuna il temporale giunto verso le ore 23.00 sulla città non ha fatto in tempo a guastare la festa né agli organizzatori e soprattutto ai visitatori.

Il programma prevedeva la presenza di due distinte postazioni del Gruppo Speleologico Prealpino agli ingressi dei rispettivi rifugi antiaerei, quello ubicato in via Lonati, di fronte al parcheggio ACI e quello in via Canova, angolo viale Valganna a Biumo Inferiore. Per quanto riguarda il bunker sotto i Giardini Estensi, gli speleologi hanno recentemente dotato tale struttura di impianto di illuminazione, mentre in quello di Biumo è stato necessario procedere utilizzando un casco con apposito impianto luce fornito dagli organizzatori.

I rifugi antiaerei di Varese verranno nuovamente riaperti al pubblico nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre, in concomitanza con la manifestazione cittadina “Ecorun”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.