Il borgo di Penasca riapre i suoi cortili per celebrare l’arte e Dante

Sabato 4 e domenica 5 settembre torna la tradizionale rassegna d’arte con uno speciale omaggio a Dante. Saranno cinquanta artisti tra pittori scultori e fotografi

Penasca un borgo da scorprire

Per il primo weekend di settembre il borgo di Penasca di San Fermo (Varese) apre i suoi cortili e le sue stradine all’esposizione delle opere di circa cinquanta artisti tra pittori, scultori e fotografi.

Sabato 4 e domenica 5 settembre torna dunque in presenza la tradizionale rassegna d’arte, organizzata dal Gruppo Culturale Amici di San Fermo eoramai giunta alla sua quarantesima edizione, che quest’anno vedrà inoltre una speciale celebrazione a Dante, a sette secoli dalla morte del poeta. Superati tutti gli ostacoli del passato, con le ultime rassegne si erano infatti tenute sulla pagina Facebook Penasca di San Fermo un borgo da riscoprire, per l’edizione del 2021 sono state organizzate due giornate “en plein air” per immergersi nell’arte varesina, ricche anche di musica e teatro, oltre naturalmente all’arte figurativa.

Spiegano gli organizzatori, annunciando il programma: «Sabato 4 settembre sarà di preludio senza espositori ma nel giardino di Villa Bonacina in via Oslavia scopriremo dalle 16 il mondo proposto dalla Compagnia Teatrale Instabile Quick dal titolo “Piazze rumori e pentole”». Più tardi, alle 18, nel santuario appena restaurato del borgo, seguirà la messa al cui termine, sul belvedere antistante, il Gruppo Folkloristico Bosino si esibirà con la sua allegria.

Si replica il giorno seguente, domenica 5. Dalle 10 via libera alla bellezza dell’arte alla scoperta di nuovi incontri: tutte le corti e le vie avranno espositori e, come anticipato, non mancherà una “collettiva dedicata a Dante Alighieri“.

Il pomeriggio si “animerà” con una doppia visita guidata: alle 16, percorrendo Ur Sass, sarà possibile visitare la Fontana-Lavatoio da poco riportata alla luce dopo anni di sepoltura sotto rovi mentre per le 17 è organizzata la visita guidata alla scoperta del restauro del santuario. Nel frattempo, per le vie del borgo ci si potrà imbattere e fare la conoscenza dei Buffoni del gruppo Quick. Chiuderà infine la rassegna un incontro , ore 18, davanti al santuario con le autorità varesine – sarà presente il sindaco Davide Galimberti – che anticiperà la chiusura dell’edizione 2021 prevista per 20, alle ultime luci del tramonto.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.