Il Cag Rainoldi si rinnova: un nuovo impianto socio-sportivo in centro a Varese

Approvato dal Consiglio comunale il progetto di ampliamento che prevede la realizzazione di due palestre, una sala polivalente e la riqualificazione dell'area esterna con diverse aree gioco

nuova palestra CAG Rainoldi

Il Consiglio comunale di Varese ha approvato il progetto di ampliamento della palestra e di riorganizzazione degli spazi ludici all’aperto del Centro di Aggregazione Giovanile Fondazione Rainoldi onlus. «Un progetto ambizioso che prevede la riqualificazione di quest’area sportiva del centro per realizzare un polo educativo e sportivo all’avanguardia, capace di offrire uno spazio sano di gioco e socialità tra famiglie sempre più spesso isolate», spiega Robertino Ghiringhelli, da due anni presidente della Fondazione Rainoldi, onlus privata di nomina pubblica (affidata per statuto al sindaco di Varese).

Il centro sportivo in questione si trova in via Rainoldi, una traversa del centralissimo viale Milano.
Partendo dalla necessità di ristrutturare un edificio sportivo ormai obsoleto e dalla fiducia nella funzione educativa dello sport, la Fondazione investirà circa 300 mila euro, in parte di fondi propri, in parte ottenuti tramite mutuo, per realizzare a partire dal 2022 un efficiente ed efficace polo sportivo-educativo composto sostanzialmente di tre poli.

Il nuovo Centro sportivo Rainoldi

Ci sarà una palestra principale, dedicata agli sport di squadra, con spazi attrezzati sia all’interno che all’esterno per essere utilizzati come campi da calcetto, pallavolo, pallacanestro, baskin, sitting e volley.

Una seconda palestra di 100 mq potrà invece ospitare corsi per le attività sportive individuali come pilates, arti marziali, difesa personale, scherma, danza, ginnastica di mantenimento per anziani ma anche yoga e massaggi neonatali.

Infine una terza sala polivalente utilizzata come spazio fruibile dagli adolescenti per attività ludico ricreative guidate.

Lo spazio esterno è stato ridisegnato secondo un utilizzo per fasce di età e attività ludiche-sportive, con un’area gioco attrezzata per i bambini più piccoli.

Gli accessi alle tre sale saranno indipendenti l’uno dall’altro e garantiranno la possibilità di attivare più proposte contemporaneamente. Un triplice spazio: sportivo, sociale e armonico con l’habitat storico della zona caratterizzato da un pluralismo di attività socio culturali assistenziali.

Da orfanotrofio a Centro di Aggregazione giovanile

“L’attenzione di fondo è comunque rivolta a situazioni di “normalità” e mira ad offrire un ambiente sano e propositivo per favorire la crescita personale e la relazione con l’altro“, si legge nella nota diffusa dal Cag Rainoldi – Uno spazio gioco interno ed esterno tutto da vivere e che consenta di promuovere e favorire un sano sviluppo psicofisico dei giovani, attraverso attività che migliorino la vita di relazione avendo lo sport ritrovato nella cultura contemporanea una nuova legittimazione etica, estetica e sociale in rapporto al rinato interesse per il corpo, l’ecologia, la salute, rivelandosi strumento efficace di prevenzione e recupero del disagio giovanile”.

«Il nuovo progetto si inserisce nel solco di una istituzione varesina voluta dalla vedova Emila Ermolli in memoria del compianto consorte Carlo Rainoldi e che a quasi 100 anni di distanza ancora dimostra la sua attualità e il suo indiscutibile valore aggiunto», spiega Ghiringhelli con riferimento alle origini del Centro di aggregazione giovanile Rainoldi, evoluzione di quello che in origine è stato un orfanotrofio gestito da suore salesiane.

Il Cag Rainoldi oggi

nuova palestra CAG Rainoldi

Il Centro di aggregazione (Cag) Rainoldi propone attività ludico-ricreative, di sostegno scolastico, e di strutturazione di vacanze finalizzate alla prevenzione, con un focus di attenzione alle situazioni di emarginazione.
Il centro accoglie oggi 92 giovani dai 6 ai 18 anni, italiani e stranieri, tra cui 53 bambini delle elementari, 33 ragazzi delle medie e altri 6 iscritti alle scuole secondarie di secondo grado.

Il Centro è aperto per 11 mesi all’anno, da settembre a luglio, prevedendo la copertura orario postscolastica ed estiva. Il Cda di nomina pubblica è presieduto da Robertino Ghiringhelli e conta quattro consiglieri: Cesare Bulgheroni, Giampaolo Martinelli, Ugo Musco e Rosangela Lodigiani. Può contare sull’attività di sette educatori, una dirittrice amministrativa e un animatore.

La struttura principale del Cag Rainoldi è dotata di un piano interrato dove sono presenti la sala refezione e la cucina, mentre al piano rialzato sono presenti tre uffici, due aule, un salone e l’atrio con ingresso.
La palestra esistente (365 mq)  prevede un’area gioco e un’aula studio con annessi spogliatoi e bagni.
Dopo la realizzazione del progetto, rimarrà invariata la superfice del corpo principale, mentre la palestra raggiungerà i 550 mq.

Lidia Romeo
lidiaromeo@gmail.com

Sostieni VareseNews perché diamo spazio a tutti i cittadini, anche i più piccoli, i bambini, che sono il futuro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.