I consiglieri di Gavirate Beccari e Bianchi condannano gli autori delle lettere anonime

In un'interrogazione chiedono all'amministrazione di costituirsi parte civile nell'eventuale procedimento contro gli autori, se individuati, con richiesta di risarcimento

Consiglio comunale di Gavirate

“Il Comune si costituisca parte civile nell’eventuale procedimento contro chi ha inviato lettere anonime e chieda il risarcimento dei danni patiti dalla comunità gaviratese». È quanto chiedono i consiglieri Selvino Beccari e Giuliana Bianchi. 

In un’interrogazione i due consiglieri, dopo aver definito “gesto codardo” chi ha inviato le missive per calunniare e diffamare,  hanno posto la questione dei crescenti strumenti di partecipazione e di rappresentatività nei luoghi simbolo della democrazia. I due ribadiscono la centralità della partecipazione come prevista dall’ordinamento e dalla Costituzione e condannano chi ha preferito perseguire la cultura del sospetto e dell’insinuazione. 

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.