Il Consiglio regionale a favore della riduzione della “tampon tax”

L'assemblea lombarda ha votato a larghissima maggioranza la mozione presentata dal Pd

tampon tax ciclo mestruale

Anche il Consiglio regionale della Lombardia si è espresso a favore  della revisione dell’aliquota sui prodotti igienici femminili, votando a larghissima maggioranza la mozione presentata dal Pd. «Grazie a questo atto- sottolinea il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti – la Giunta e l’assessore competente sono stati impegnati a supportare i Comuni nella promozione di iniziative in collaborazione con le farmacie comunali del territorio, ma anche a sollecitare il Governo e il Parlamento per prevedere una riduzione dell’aliquota, e ad affrontare e approfondire il fenomeno della povertà mestruale».

«Faccio presente che è anche una questione di equità- continua Astuti- ricordo che i rasoi maschili hanno l’Iva al 4%, perché non sono considerati beni di lusso. Anche i dispositivi igienici femminili sono necessari e quindi devono avere costi più accessibili. Per questo  trovo estremamente positivo che la Giunta abbia assunto l’impegno  sia a sensibilizzare il Governo e il Parlamento ad approvare la riduzione dell’aliquota, sia a sostenere i Comuni nelle convenzioni con le farmacie pubbliche per mettere in vendita i dispositivi a prezzi contenuti, sia a prevedere uno studio sulla povertà mestruale per predisporre sostegni economici adeguati. Sempre più donne rinunciano alla propria igiene, perché non se la possono permettere, e questo, decisamente, non è giusto».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.