Due morti sul lavoro a Milano congelati dall’azoto liquido

L'infortunio mortale all'Humanitas di Pieve Emanuele dove due operai di 42 e 46 anni hanno perso la vita in un deposito

ambulanza

Morti investiti dall’azoto liquido che stavano maneggiando in un deposito dell’Humanitas, a Pieve Emanuele, Sud Milano.

Un infortunio sul lavoro che non ha lasciato scampo a due operai di 42 e 46 anni ( S. J. e Z. E. le iniziali) che hanno perso la vita colpiti dagli effetti dal liquido che fa precipitare la temperatura e non lascia scampo.

L’allarme è scattato poco prima di mezzogiorno di martedì quando i due sono stati trovati incoscienti all’interno della struttura: dalle prime informazioni le vittime, di una ditta esterna, sono arrivati nei pressi della struttura ospedaliera con un furgone per il trasporto del liquido criogenico.

Sul posto è stato inviato un elicottero, due automediche con ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri.

Le cause e la precisa dinamica sono in via di accertamento: sul caso indaga la Procura di Milano e il fascicolo verrà aperto per l’ipotesi di omicidio colposo. Sul posto la squadra di polizia giudiziaria e l’Ats.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.