L’arte come ambasciatrice dei diritti umani, Villa Panza inaugura “Progetto Genesi”

Promossa dall'Associazione Genesi di Letizia Moratti, in collaborazione con il Fai - Fondo per l'Ambiente Italiano, si tratta della prima tappa di quattro in diverse città italiane. Dal 21 settembre

Mostra "Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani" a Villa Panza

A Villa e Collezione Panza la prima tappa del “Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani”, promossa dall’Associazione Genesi, in collaborazione con il Fai – Fondo per l’Ambiente Italiano, a cura di Ilaria Bernardi. Una mostra itinerante che da martedì 21 settembre a mercoledì 8 dicembre 2021 sarà possibile vedere nelle Scuderie della villa e dedicata al tema dei diritti umani.

Galleria fotografica

Visita guidata al Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani a Villa Panza di Varese 4 di 16

Inaugurata nella Giornata Internazionale della Pace, la mostra è stata presentata con una conferenza online e permette ai visitatori di vedere le opere della nuova raccolta d’arte contemporanea Collezione Genesi, nata per volontà di Letizia Moratti e sviluppatasi grazie a Clarice Pecori Giraldi che ne ha curato le acquisizioni. L’obiettivo della collezione è di dare vita e voce a una selezione molto rappresentativa di opere e artisti capaci di parlare al pubblico delle questioni più urgenti in tema di diritti umani.

L’idea, infatti è che l’arte contemporanea possa assumere il ruolo di ambasciatrice dei diritti umani. Dopo Varese la mostra toccherà Assisi, Matera e Agrigento, città scelte per essere dei siti Unesco e sede dei Beni del FAI e accanto alle esposizioni è stato pensato anche un programma di attività educative rivolte al pubblico di tutte le età e un ciclo di dodici conversazioni online realizzate in collaborazione con l’Università Cattolica.

A oggi la Collezione Genesi comprende opere di: Morteza Ahmadvand (Khorramabad, Iran, 1981); Mequitta Ahuja (Grand Rapids, Michigan, MI, USA, 1976); Leila Alaoui (Parigi, Francia, 1982- Ouagadougou, Burkina Faso, 2016); Hangama Amiri (Peshawar, Pakistan, 1989); Liu Bolin (Shandong, Cina, 1973); Monica Bonvicini (Venezia, Italia, 1965); Zoë Buckman (Hackney, Londra,
Inghilterra, 1985); Soudeh Davoud (Tehran, Iran, 1988); Anne de Carbuccia (New York, NY, USA, 1968); Zehra Doğan (Diyarbakır, Kurdistan, 1989); Shilpa Gupta (Mumbai, India, 1976); Alfredo Jaar (Santiago del Cile, Cile, 1956); JR (Parigi, Francia, 1983); Zhanna Kadyrova (Brovary, Ucraina, 1981); Iva Lulashi (Tirana, Albania, 1988); Ibrahim Mahama (Tamale, Ghana, 1987); Wonder Buhle Mbambo (KwaNgcolosi, Sudafrica, 1989); Azikiwe Mohammed (New York, NY, USA, 1981); Zanele Muholi (Umlazi, Sudafrica, 1972); Paulo Nazareth (Minas Gerais, Governador Valadares, Brasile, 1977); Shirin Neshat (Qazvin, Iran, 1957); Otobong Nkanga (Kano, Niger, 1974); Jean David Nkot (Douala, Camerun, 1989); Toyin Ojih Odutola (Ilé-Ifẹ̀, Nigeria, 1985); Gideon Rubin (Tel Aviv, Israele, 1973); Betye Saar (Los Angeles, CA, USA, 1926); Henry Taylor (Ventura, CA, USA, 1958); Pascale Marthine Tayou (Yaoundé, Camerun, 1967); Lava Thomas (Los Angeles, CA, USA, 1950 ca.).

Visita guidata al Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani a Villa Panza di Varese
Letizia Moratti presenta alla visita guidata di inaugurazione della mostra

IL PERCORSO ESPOSITIVO A VILLA PANZA 

Il percorso studiato per Villa Panza, dove è presente l’intero corpus di opere che compongono la Collezione Genesi, si sviluppa nelle Scuderie, e secondo aree tematiche: ai temi dalla tutela dell’ambiente, delle vittime del potere e dell’identità multiculturale è dedicata una sala ciascuno; nella prima sala invece trovano spazio le sezioni della Collezione che trattano la condizione femminile, il colore della pelle e la memoria di un popolo.

Durante la prima tappa della mostra a Villa Panza, ogni domenica si terranno visite guidate e workshop partecipativi gratuiti offerti dall’Associazione Genesi destinati a tutti o a specifiche tipologie di pubblico come i teens e le famiglie.

Il FAI partecipa alla missione educativa del Progetto Genesi coinvolgendo i volontari delle Delegazioni FAI e in particolare i mediatori del progetto FAI Ponte tra Culture ideato dall’Associazione Amici del FAI volto a favorire il dialogo interculturale tra persone di diversa provenienza geografica.

I mediatori di FAI Ponte tra Culture, provenienti da diversi paesi, offriranno un originale contributo raccontando le opere della Collezione Genesi dal vivo e tramite podcast, arricchendole di una testimonianza diretta e personale.

GLI APPUNTAMENTI 
Il 25 settembre e 5 novembre 2021, alle ore 17:30, si terranno invece online due differenti tipologie di workshop, di 60 minuti ciascuno, gratuiti, per tutti o declinati per specifici destinatari.

Oltre alla collaborazione con il FAI, fondamentale sarà anche la collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, a partire dalla giornata di lancio di Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani, che si terrà il 21 settembre 2021 presso l’Università Cattolica, dove verrà proposta anche la proiezione del cortometraggio Omelia Contadina (2020) della regista Alice Rohrwacher e dell’artista JR.

Il film sarà visibile al pubblico, presso l’Università Cattolica, gratuitamente, fino al 5 ottobre 2021, nell’atrio dell’Aula Pio XI dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00. Sempre all’interno della collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il 5 ottobre e il 3 novembre 2021 alle ore 17.30 si terranno le prime due delle dodici conversazioni online gratuite del ciclo Sfide per il futuro sul tema dei diritti umani, con esperti internazionali e docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, accessibili in streaming sulle pagine Facebook, YouTube
e sul sito dell’Associazione Genesi e sulle pagine Facebook, YouTube e LinkedIn dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il progetto gode del patrocinio del MiC – Ministero della Cultura, della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, di Rai Per il Sociale, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e del FAI – FONDO PER L’AMBIENTE ITALIANO.

La mostra è accompagnata da un libro catalogo bilingue (italiano e inglese) dal titolo “Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani” edito da Silvana Editoriale e curato da Ilaria Bernardi.

Orari per il pubblico
Martedì 21 settembre 2021: dalle 16.00 alle 18.00
Da martedì a domenica: ore 10:00 – 18:00 (chiuso il lunedì)
Ultimo ingresso: 45 minuti prima della chiusura
Biglietti:
Biglietto unico per la mostra, la collezione e il parco: Iscritti FAI: ingresso gratuito;
Intero: € 15; Ridotto (6 – 18 anni): € 7; Studenti fino ai 25 anni: € 10; Famiglia (2 adulti e figli 6-18 anni): € 35

di
Pubblicato il 21 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Visita guidata al Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani a Villa Panza di Varese 4 di 16

Galleria fotografica

Mostra "Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani" a Villa Panza 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.