Strada bloccata dai camion e deposito di sigarette svaligiato a Rovello Porro

Caos all'alba tra Turate e Rovello Porro: mezzi per la raccolta rifiuti rubati e utilizzati per bloccare le vie d'accesso. Un capannone in via Petrarca è stato svuotato nella notte

Generica 2020

(foto dalla pagina Facebook “Sei di Rovello Porro se“). Mezzi di una ditta che si occupa di smaltimento rifiuti in mezzo alla strada e deposito di sigarette svaligiato. È successo nella notte tra domenica 26 e lunedì 27 settembre tra Turate e Rovello Porro.

Nella mattinata di lunedì la strada che collega i due paesi era ancora bloccata, con tanto di avviso del Comune di Turate che segnalava il blocco di via Cavour, la via che appunto porta a Rovello Porro, con ripercussioni su tutta la rete stradale, A9 compresa. La viabilità è stata riaperta intorno alle 9.30.

Il colpo sarebbe stato messo a segno in un capannone di via Petrarca. I malviventi per agire indisturbati hanno prima rubato alcuni mezzi per la raccolta dai depositi in comuni limitrofi, poi hanno bloccato le vie d’accesso e hanno svuotato il capannone. Sul posto i carabinieri della compagnia di Cantù.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.