Varese fa festa all’ultimo respiro: piegata Brescia 75-72

Ennesima sfida al cardiopalma tra le due squadre, i verdetto arriva solo sulla sirena. Dominio biancorosso a rimbalzo, bene Jones-Gentile ma la variabile decisiva è Beane

Basket: Openjobmetis Varese - Germani Brescia 75-72

In Legabasket lo hanno capito: mettere Varese-Brescia alla prima di campionato è garanzia di emozioni e di partite punto a punto. Il bello è che per la terza volta su tre, in pochi anni, a festeggiare in casa è la Openjobmetis seppure con scarto minimo, 75-72: la squadra di Vertemati compie così un primo passo bello lungo nel cammino del campionato, una vittoria importante in vista di due scontri ai limiti dell’impossibile con Virtus (a Bologna) e Milano (a Masnago).

Galleria fotografica

Basket: Openjobmetis Varese - Germani Brescia 75-72 4 di 38

Un match che Varese si prende meritatamente, ma solo allo scadere dei 40′: Ferrero e compagni hanno condotto per quasi tutto l’incontro, partendo a razzo e poi facendosi rimontare senza però mai andare sotto (se non per un paio di punti in un paio di occasioni). Insomma, contro un’avversaria con esperienza, talento e… tanto budget, la Openjobmetis ha risposto colpo su colpo, si è riportata avanti e sul rettilineo finale ha retto nonostante qualche episodio nefasto, un po’ autoinflitto (la palla persa di Beane), un po’ indotto dagli arbitri (l’incredibile fallo non fischiato su Sorokas a 1” dalla fine).

La gara di Masnago – con 1.600 tifosi – ha messo contro due squadre ancora lontane dall’avere meccanismi ben rodati, ma sicuramente volenterose e desiderose di strappare un successo. Varese lo ha dimostrato anche nella lotta in area, con 44 rimbalzi (a 31) conquistati di cui 14 in attacco. E poi lo ha messo in luce almeno nella difesa sull’uomo, con Brescia che sperava di correre il campo e invece ha avuto percentuali basse con i suoi esterni braccati dai difensori diretti. Detto questo, in retroguardia si sono aperte anche alcune voragini su cui Vertemati e lo staff dovranno lavorare sodo, ma per intanto i biancorossi hanno mosso la classifica.

Merito anche delle prove da trascinatori di Jones e Gentile (16 e 18 punti) e di quella da variabile impazzita di Beane che nel terzo periodo ha tenuto in piedi da solo Varese. Male il suo alter-ego in guardia, Wilson, e del resto si sapeva che potesse essere un anello debole. E poi la regia: De Nicolao e Amato non hanno incantato ma vista la situazione d’emergenza hanno portato il loro contributo: meglio Denik, specie nel contenere le folate del temuto Mitrou. Anche qui, è chiaro che Varese paghi caro l’assenza di Kell, però è stato trovato un compromesso che ha “tenuto”, permettendo di festeggiare a fine gara. E di pensare a Bologna con la mente sgombra.

Gentile e Jones comandano Varese, Beane è croce e delizia

PALLA A DUE

Varese si presenta “crociata” all’appuntamento con la Serie A, con la nuova maglia che ricorda quella del calcio nell’anno di Pavoletti e che ha in sottofondo il disegno dei Giardini Estensi. Circa 1.600 persone a Masnago, poche rispetto a una volta, ma è un piacere ritrovare gente, colori, calore e tutto ciò che è contorno al match. Senza Kell, la Openjobmetis schiera il quintetto con De Nicolao; Magro invece tiene di rincorsa il fischiatissimo Moss e lancia tra i cinque Della Valle.

LA PARTITA

Q1 – Alessandro Gentile ci tiene a farsi applaudire dai suoi nuovi tifosi: il suo avvio ruggente – 5 punti contro Petrucelli – trascina i compagni e per 8′ è un piacere vedere Varese volare. Jones attacca bene il canestro, De Nicolao esplode la prima tripla per il 13-4 del 4′. Magro chiama un timeout, poi replica pochi minuti dopo perchè nel frattempo la OJM tocca il massimo vantaggio, 27-8 con tripla anche di Amato. Negli ultimi 2′ però arriva un calo che è, preludio al cattivo secondo periodo; la sirena è generosa, 27-12.
Q2 – Le crepe intraviste sul finire del primo quarto vengono fuori alla ripartenza: il parziale per Brescia è di 1-12 e l’impressione è che Varese non abbia troppe idee dopo quella partenza razzo. I biancorossi balbettano in lunetta, anche, e così la Germani dopo metà periodo è già negli specchietti. Il tempo di un assist memorabile di Gentile a Egbunu (passaggio rimbalzato dietro schiena per la schiacciata del pivot) e poi c’è ancora da soffrire anche perché Vertemati spende un solo timeout e quando usa il secondo (a 16” dalla fine) Beane riesce a farsi rubare palla e subire il 2+1 da Moss: all’intervallo è 38-37. Tutto da rifare.
Q3 – Brescia fiuta di poter forzare ancora per prendere il comando e in avvio ci prova e arriva prima al pareggio e poi al sorpasso ma non ha fatto i conti con Beane. La guardia, dopo un primo tempo disastroso, infila 11 punti in una manciata di minuti, addomestica la Leonessa e riporta entusiasmo tra la gente di Masnago. Nel mezzo anche sprazzi di ottimo Jones ma non basta: dopo il +8 i biancorossi subiscono una tripla di Gabriel, un’entrata di Mitrou e il -1 di Petrucelli: 59-58.

Vertemati: “Bravi dopo l’intervallo a tenere il controllo della partita”

IL FINALE

Si decide tutto all’ultimo dei quattro giri con Varese che tiene la testa della corsa con Jones e Gentile, ma è questione di una manciatina di punti perché dall’altra parte Cobbins è sveglio e gli esterni producono. Passata indenne la metà del quarto, la OJM prova l’allungo su un’altra prodezza al tiro di Beane che però vale due punti (69-62): Brescia allora si riorganizza e risale di nuovo a -2 salvo sprecare poi la palla del pareggio. Varese respira con Gentile e Beane ma De Nicolao (sui 24”) non riesce a dare il colpo decisivo e poco dopo esce per 5 falli. Della Valle accorcia dalla lunetta, poi Beane impazzisce di colpo, proponendo un passaggio folle per Egbunu al posto di tenere la palla. Gabriel ringrazia e imbuca la bomba del -1, Varese fa ancora peggio con un’infrazione di 5” sulla rimessa. Ci prova – mancano 16” – Della Valle in entrata ma Gentile regge in difesa e l’azzurro sbaglia: rimbalzo di Sorokas e fallo antisportivo. Il lituano segna i liberi e sul possesso successivo viene spintonato fuori da Burns. Gli arbitri, incredibilmente, ingoiano il fischietto e danno “rimessa blu” aggiungendo pure mezzo secondo. Ma subire un canestro a quel punto sarebbe troppo beffardo: Brescia sbaglia, la Openjobmetis festeggia.

OPENJOBMETIS VARESE – GERMANI BRESCIA 75-72
(27-12, 38-37, 59-58)

VARESE: De Nicolao 3 (1-3 da 3), Wilson 3 (0-3, 1-2), Gentile 18 (7-10, 0-5), Jones 16 (5-11, 1-4), Egbunu 12 (5-6); Beane 17 (4-5, 3-5), Amato 3 (1-6 da 3), Sorokas 3, Ferrero (0-1, 0-1). Ne: Librizzi, Virginio, Caruso. All. Vertemati.
BRESCIA: Mitrou Long 9 (3-10, 1-6), Della Valle 18 (3-10, 1-1), Petrucelli 4 (2-7, 0-3), Eboua 3 (1-1, 0-1), Cobbins 14 (7-9); Gabriel 11 (1-2, 3-6), Moore 1 (0-2), Burns 6 (3-4, 0-2), Laquintana, Moss 6 (1-1, 2-2). Ne: Parrillo, Rodella.
All. Magro.
ARBITRI: Giovannetti, Paglialunga, Pepponi.
NOTE. Da 2: V 21-36, B 21-46. Da 3: V 7-26, B 6-21. Tl: V 12-20, B 12-18. Rimbalzi: V 44 (14 off., Egbunu 13), B 31 (9 off., Cobbins 6). Assist: V 16 (Gentile 7), B 17 (Mitrou-Long 9). Perse: V 17 (Gentile 7), B 8 (Moore, Mitrou-Long 2). Recuperate: V 3 (Amato 2), B 9 (Petrucelli 4). Usc. 5 falli: De Nicolao. F. tecnico: Magro (7.13). F. antisportivo: Gabriel (39.54). Spettatori: 1.596.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Basket: Openjobmetis Varese - Germani Brescia 75-72 4 di 38

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.