Al Gaetano PIni riapre la scuola di specialità di ortopedia e traumatologia

Dal 2008 nessun ordinario o professore associato dell’ASST aveva ricevuto la nomina di Direttore della Scuola, per cui la sede, che cambia in base alla titolarità della dirigenza, torna al Presidio Pini dopo 13 anni. I posti disponibili sono oltre 120

Generica 2020

Oltre alla Scuola di Specializzazione in Reumatologia, diretta dal prof. Roberto Caporali, l’ASST Gaetano Pini-CTO torna, dopo 13 anni, a essere anche la sede della Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’Università degli Studi di Milano.

Il Magnifico Rettore della Statale ha infatti nominato il prof. Pietro S. Randelli, a capo della I Clinica Ortopedica e del Comitato Tecnico-Scientifico dell’ASST Gaetano Pini-CTO, Direttore della Scuola post-laurea che, ogni 5 anni, forma oltre 120 ortopedici. Dal 2008 nessun ordinario o professore associato dell’ASST aveva ricevuto la nomina di Direttore della Scuola, per cui la sede, che cambia in base alla titolarità della dirigenza, torna al Presidio Pini dopo 13 anni.

L’Università ha scelto l’ASST Gaetano Pini-CTO perché ha le caratteristiche per aiutare gli studenti a formarsi in ogni ambito dell’Ortopedia: dalla Traumatologia Sportiva a quella Pediatrica, dalla Chirurgia dell’Anca a quella della mano o delle patologie reumatiche, dall’Ortopedia Oncologia alla Chirurgia della colonna vertebrale.

Per offrire alti standard qualitativi di apprendimento, la rete formativa della Scuola si avvarrà come tutor degli specialisti dell’ASST, esperti in tutte le discipline, che negli anni sono aumentati di numero e si sono impegnati per accrescere il proprio prestigio.  Per esempio, molti dei miei colleghi sono Direttori di Società Scientifiche di rilievo internazionale”, spiega il prof. Randelli.

La Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’Università degli Studi di Milano, sotto la guida del Prof. Randelli, partirà con il nuovo anno accademico. Il programma per ogni specializzando durerà 5 anni. I posti disponibili sono oltre 120, riservati a laureati in Medicina e Chirurgia, selezionati con un concorso nazionale.

I medici in formazione dovranno seguire le lezioni teoriche e cimentarsi in attività professionalizzanti. Il prof. Randelli ha intenzione di dare un nuovo corso alla Scuola: “Il mio progetto è quello di offrire agli studenti nei primi anni di formazione la possibilità di apprendere quanto più possibile in ogni ambito dell’Ortopedia e della Traumatologia, sfruttando soprattutto le potenzialità del Presidio Pini che offre il maggior numero di servizi. Dal quarto anno in poi, mi piacerebbe agevolare inclinazioni e desideri degli specializzandi, dando loro la possibilità di fare pratica negli ambiti a cui sono più interessati”.

Il ritorno della Scuola al Presidio Pini dà lustro alla storia dell’azienda. Sin dalle sue origini, infatti, l’ASST Gaetano Pini-CTO ha avuto uno stretto legame con l’università: Pietro Panzeri, tra i fondatori e direttori dell’Ospedale Gaetano Pini è considerato il padre della disciplina ortopedica moderna ed è stato il primo in Italia a tenere una cattedra di Ortopedia. Alla sua morte, la direzione dell’Ospedale fu ereditata da Riccardo Galeazzi che contribuì fortemente allo sviluppo della struttura, dove fu costruita anche un’aula a emiciclo con 60 posti che divenne sede, nel 1906, della cattedra di specializzazione post-universitaria in Ortopedia. Nel 1924, quando fu fondata l’Università degli Studi di Milano, l’Ospedale ne fece parte sin dalla nascita con il conferimento a Galeazzi delle cattedre unificate di Traumatologia e di Ortopedia. “Questa ASST ha scritto la storia dell’Ortopedia e ogni giorno si dimostra capace di scrivere anche il futuro di questa disciplina – commenta la dott.ssa Paola Lattuada, Direttore Generale dell’ASST Gaetano Pini-CTO –.
Ringrazio il prof. Randelli perché è per il suo impegno che la Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’Università degli Studi di Milano è tornata a casa, ovvero al Presidio Pini. Ringrazio inoltre il Rettore della Statale prof. Elio Franzini e il prof. Gian Vincenzo Zuccotti, Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia per la fiducia accordata alla nostra ASST. Sono certa che i nostri professionisti sapranno essere degli ottimi mentori per gli studenti e speriamo che, come è avvenuto nei decenni passati, chi oggi è in formazione prosegua la sua carriera nella nostre strutture, portando nuova linfa nei nostri reparti”.

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.