Dopo dieci anni di amministrazione la giunta di Comerio si mette in cammino lungo la Via Francigena

Silvio Aimetti, per 10 anni primo cittadino di Comerio, con i suoi colleghi e amici Gianluca Fidanza e Fabio Giffoni hanno deciso di chiudere il mandato con un’avventura on the road

Francigena Generico

Dopo due mandati consecutivi che hanno visto Silvio Aimetti alla guida di Comerio, era giunto il momento degli addii. Con la tornata elettorale del 3 e 4 ottobre, non senza una festa di commiato di tutto rispetto organizzata per lui a sorpresa nei giorni precedenti, l’ex primo cittadino chiudeva un capitolo importante della sua vita. E con lui i suoi fidati compagni viaggio “amministrativo”, l’assessore al bilancio (ed ex vice- sincado) Gianluca Fidanza e quello ai lavori pubblici, edilizia privata e ambiente Fabio Giffoni.

Terminata questa avventura, hanno deciso di intraprenderne un’altra: la Via Francigena Toscana, con una capatina a Roma. “Era da mesi che stavamo pensando di intraprendere un viaggio insieme, un tempo per noi che ci desse il tempo di chiacchierare senza la frenesia della quotidianità lavorativa e amministrativa”, ci ha detto Silvio Aimetti, raggiunto telefonicamente mentre camminava fra le colline Toscane, “così domenica mattina alle 7:00, appena aperte le urne, abbiamo votato. E poi via, direzione Poggibonsi. Pronti a partire per il nostro viaggio.”

Francigena Generico
Silvio Aimetti

Cinque giorni di marcia per arrivare a Radicofani, lungo le tappe 30/35 della Via Francigena in Italia. “Ci siamo allenati negli scorsi mesi nel nostro Parco del Campo dei Fiori, specialmente lungo il sentiero 10. Si tratta di uno dei punti colpiti dal maltempo che ha causato diversi danni e dissesti. Andavamo a fare i sopralluoghi e intanto allenavamo le gambe.”

Sulla sua pagina Facebook Aimetti ha definito il gruppo “Giunta Emerita in cammino” e il loro programma non è solo toscano. Una volta terminato il cammino infatti, non senza aver prima “vinto il mostro” di Radicofani – in assoluto una delle tappe più toste dell’intero cammino, con ben 32 km di tracciato, 930 m di dislivello a salire, 550m di dislivello a scendere in un continuo su e giù con davanti la Chiesa di San Pietro in Radicofani, punto di arrivo che sembra non arrivare mai – i tre prenderanno il treno per raggiungere un’altra chiesa di San Pietro, questa volta la più famosa del mondo, a Roma. Un gesto per consacrare questa prima avventura pellegrina nel luogo del pellegrinaggio per antonomasia.

vaticano
San Pietro, Roma

I tre stanno proseguendo il loro viaggio entusiasti dei paesaggi e non senza disdegnare le gioie più laiche del pellegrinaggio, per trovare il giusto ristoro dopo ore di cammino. Raccontano di starsi dedicando con passione e dedizione alla scoperta del patrimonio enogastronomico locale che è parte integrante della bellezza della Via.

Francigena Generico

Come spesso accade a chi si mette in viaggio lungo un cammino, il pensiero vola già a cosa fare dopo averlo finito; è la classica dipendenza (positiva) che vien camminando, insieme all’appetito. “Questa di andare sulla Francigena e a Roma era una sorta di mattonella simbolica che volevamo mettere alla fine del nostro mandato, ma ho già un prossimo appuntamento, questa volta giocando in casa: la Via Francisca del Lucomagno!

Ma per intanto è ancora tempo di colline toscane e profumo dell’uva che li vi cresce e che, proprio in questi giorni, si sta vendemmiando. Buon cammino quindi, mentre “per le vie del borgo/dal ribollir de’ tini/ va l’aspro odor de i vini/ l’anime a rallegrar.”

Eleonora Martinelli
martinellieleonora@gmail.com

Con VareseNews voglio contribuire ad una costruzione positiva del senso di comunità. Dare voce alle persone e al territorio, far conoscere il loro valore. Sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.