L’artista di Arsago che ritrae i “luoghi del cuore ” nei suoi murales

Sabato 16 ottobre l'inaugurazione del secondo murale di Fabio Cipolla, che imprime nei suoi lavori i luoghi storici e iconici del paese

Fabio cipolla pittore arsalo seprio

«Dipingo da sempre, non è la mia professione ma il mio hobby. Ho fatto anche delle mostre in passato e ho partecipato a dei concorsi», racconta Fabio Cipolla, 47enne di Arsago Seprio che da tempo regala al proprio paese dei murales dedicati ai luoghi del cuore dei concittadini.

Il suo nuovo lavoro sarà inaugurato sabato 16 settembre, alle 11, al parcheggio di via Garibaldi (angolo via Mazzini); seguirà un piccolo rinfresco: si tratta di un murales 6×3 metri che ritrae la palude Pollini – «famosa per molte passeggiate e scarpinate degli arsaghesi» – in cui i colori della natura hanno il potere di trasmettere calma e tranquillità in chi si sofferma ad ammirarlo.

Non è certamente del primo lavoro realizzato e regalato agli occhi e alla meraviglia di tutti: il primo, realizzato tre anni fa, si trova in piazza XXV aprile e vi è raffigurato la chiesa di SS. Cosma e Damiano, costruito nel 1387 nei boschi di Arsago.

Simbolo del patrimonio storico-culturale e gioiello architettonico del paese, la chiesa (a unica navata) fu realizzata in ricordo dei santi patroni di Arsago: l’edificio è in stile romanico e si trova in una posizione isolata, in grado di emanare stabilità, ordine e decoro.

Fabio cipolla pittore arsalo seprio
La chiesa di SS. Cosma e Damiano

«Ora sto lavorando a un terzo, che sarà all’interno del municipio, e verrà inaugurato prossimamente», racconta. Il soggetto è ancora un locus amoenus tanto caro agli arsaghesi, specialmente i più anziani: «Nei boschi tra Arsago e Vergiate c’è un ponte sotto il quale passa un torrente, lo Strona, nelle cui acque i nostri nonni facevano il bagno e si rilassavano».

Un lavoro di squadra

Non si tratta soltanto di un progetto individuale, perché ha sempre un folto gruppo a sostenerlo. A partire dall’associazione Amici della Bozza di Rugn, la Pro Loco, il sindaco Fabio Montagnoli e il prezioso muratore Antonio Ferrari, un aiuto prezioso nei lavori di fatica.

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.