Tra leggenda e realtà il vetro protagonista di Vision Milan Glass Week

Dal 5 al 8 ottobre incontri, eventi e spettacoli dedicati interamente alla magia e mistero del vetro

VISION Milan Glass Week

La leggenda vuole che il mostro della laguna di Venezia emerga dalle acque solo nelle serate buie senza la luce della luna. Tra verità o leggenda la rappresentazione di questo mistero, disegnato da Simona M. Favrin – FavrinDesign, con un’epidermide di vetro di Murano, realizzata da Nicola Moretti, apre la Milano Vision Milan Glass Week, l’evento “fuori fiera” dedicato interamente alla magia e mistero del vetro.

Inaugurata ufficialmente martedì 5 ottobre con il taglio del nastro di fronte all’installazione “Il Mostro della Laguna” in Piazza Gae Aulenti la manifestazione animerà fino al 8 ottobre il capoluogo metropolitano con esposizioni, laboratori per ragazzi, incontri, musica e spettacoli eventi. Nella road map coinvolti sei musei, 26 location e 12 glass building.

Il settore del vetro in Italia è in continua crescita ed evoluzione, materiale fondamentale nell’edilizia ma anche nel design e nell’arredo della casa. Il vetro contribuisce a preservare i sapori ed è il contenitore d’eccellenza della degustazione del vino per questo nasce la collaborazione con la Milano Wine Week.

Il processo di lavorazione del vetro inoltre si vanta di una vera economia circolare ed anche in questo senso il settore si pone all’avanguardia.

Organizzata da VITRUM, il salone internazionale dedicato agli addetti ai lavori delle tecnologie del vetro (macchine, attrezzature e impianti per la lavorazione del vetro piano e cavo, del vetro e dei prodotti trasformati) che si svolge in contemporanea a Fieramilano Rho, VISION Milan Glass Week è anche l’occasione per approfondire la forte connessione tra Milano, il vetro e le sue tecnologie.

VISION Milan Glass Week

«La voglia di ripartenza che VITRUM testimonia diventa contagiosa. Con la VISION Milan Glass Week abbiamo voluto portare la fiera nei luoghi più caratteristici e moderni della città di Milano, con una serie di eventi collaterali dedicati al vetro e alla sostenibilità. E soprattutto per trasformare a fiera in un appuntamento di interesse per tutta la filiera del vetro», ha affermato Dino Zandonella Necca, presidente di VITRUM, nell’evento di apertura al quale hanno partecipato il presidente di GIMAV, l’associazione imprenditoriale che organizza il salone B2B VITRUM, Michele Gusti; il vicepresidente di ASSOVETRO Daniele Predari, il presidente del Co.Re.Ve. Gianni Scotti, coordinatore e responsabile Consorzio Promovetro Murano Sergio Malara, il presidente della Milano Wine Week Federico Gordini, il direttore generale di ICE Roberto Luongo e l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo.

«Il tema scelto per questa prima edizione è “Vision: focusing on a sustainable future” – il vetro al centro della transizione sostenibile – dove con il temine “Vision” vogliamo indicare la visione di un futuro eco-sostenibile, chiaro, pulito, proprio come il vetro. E proprio nel settore delle tecnologie del vetro, pochi sanno che l’Italia può vantare una leadership riconosciuta a livello internazionale; leadership che ci pone al centro della transizione sostenibile». Ha concluso Dino Zandonella Necca: «VISION Milan Glass Week e il salone VITRUM vogliono segnare anche l’ideale inizio delle celebrazioni che caratterizzeranno il 2022, nominato dall’ONU Anno Internazionale del Vetro».

ROAD MAP

Road map è il palinsesto collaterale aggregatore di realtà milanesi legate al vetro di design che organizzeranno eventi e special opening durante la Glass Week. Dopo un anno caratterizzato dalla mancanza di incontri in presenza, gli operatori si ritrovano per rafforzare lo spirito di comunità e intessere nuovi legami. Appuntamenti nei più prestigiosi concept store e showroom (fra cui Barovier&Toso, Memphis, OminDecor, Reflex, Veterie di Empoli) e nei laboratori di vetrerie artistiche (La Vetraia, Unique Home, Dossena, VetrHobby, Vetrogioielli).

LABORATORI CREATIVI: tra arte, riciclo e attività esperienziali

La Milan Glass Week dedica a bambini e ragazzi laboratori creativi gratuiti (con prenotazione obbligatoria) che mirano a far conoscere in maniera non convenzionale il prezioso materiale vetro. Si parte il 5 ottobre con un laboratorio interattivo di riciclo dedicato a come riconoscere, differenziare e riciclare il vetro; il 6 ottobre attività esperienziali sulle caratteristiche del vetro; il 7 ottobre laboratorio di ispirazione Montessori in cui i bambini creano il proprio Calming Jar o barattolo della calma con vetri di scarto, acqua colorata e brillantini; l’8 ottobre laboratorio artistico per creare un mosaico di vetro.

I COCKTAIL CREATI PER LA GLASS WEEK

Alcuni bar e bistrot di Milano hanno realizzato dei drink esclusivi che potranno essere assaggiati nei giorni della Glass Week. Eppol Milano(via Malpighi 7) firma VTR Glass Week ispirato al vetro e a tutte le sue sfaccettature, servito in un bicchiere di design. Eppol Pie (via Lecco 4) propone un cocktail dalle note fresche ed avvolgenti servito all’interno dell’elegante calice Nick e Nora Savage Nude. Dhole (via Tiraboschi 2) presenta Pesteref, a base di ingredienti esotici, Cape Town Café (via Vigevano 3) ha creato un Gin Tonic d’eccezione e infine Sequoia (via Aldo Manuzio 6A) servirà durante ogni Glass Week Night l’omonimo cocktail shakerato, servito in bicchieri dal design distintivo.

VISION Milan Glass Week
Quando: 5-8 ottobre 2021, dalle 10.00 alle 22.00
Dove: Piazza Gae Aulenti (infopoint, installazione artistica, eventi aperti al pubblico), Fondazione Catella (eventi istituzionali e aziendali)
Sito ufficiale e prenotazione eventi: www.glassweek.it

Erika La Rosa
erika@varesenews.it

 

Ascolto le storie del mondo per conoscere il passato, vivere il presente e sognare il futuro. Scrivo per condividere le emozioni con il lettore che per me è il vero protagonista.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.