Pallamano, la prima vittoria del Cassano: 25 – 23 contro Bolzano

La squadra del Cassano Magnago ha ottenuto la prima vittoria in serie A1 in casa contro Bozen. Gli amaranto hanno sferrato attacchi veloci ed ed efficaci agli avversari, non senza qualche sbavatura salvata dalle parate di Luca Monciardini

Cassano Magnago vs conversano 25.09 - foto di Vanni Caputo

Alla quarta giornata di campionato serie A1 Beretta finalmente il Cassano Magnago ottiene la prima vittoria contro i biancorossi di Bolzano, sabato 2 ottobre, sul campo di casa: 25 – 23.

Gli amaranto di coach Davide Kolec hanno ottenuto il vantaggio di 2 punti per tutto il corso del match, nonostante qualche errore e imprecisione in fase di attacco. Un gioco tutto sommato più esperto da parte dei padroni di casa, con una difesa compatta e delle azioni in attacco più efficaci, che hanno costretto Bozen a rincorrere sempre gli avversari sperando di ottenere il vantaggio. (Foto di Vanni Caputo)

IL PRIMO TEMPO

Nel primo tempo si è notata una certa imprecisione da parte di entrambe le squadre: il Cassano è passato in superiorità numerica nei primi cinque minuti, con le 2 reti del terzino Federico Mazza (il primo un bel taglio che ha eluso il difensore e il secondo su assist di Sasa Milanovic) e di Usman Kabeer, l’ex pivot della pallamano Crenna che ha segnato il suo primo gol in serie A1.

La superiorità numerica, nonostante le belle azioni e i gol di Martin Sonnerer e del capitano di Bozen (Dean Turkovic), nel primo quarto d’ora è stata mantenuta grazie alle fondamentali parate di Luca Monciardini: il portiere ha sopperito le mancanze della difesa amaranto come nel caso del tiro di Turkovic in solitaria sui 6 metri.

Il secondo quarto d’ora ha visto un lungo stallo delle due squadre, ferme sul 5 – 3 per il Cassano, insieme a un gioco dominato dall’imprecisione e molti errori in attacco, specialmente da parte di Bozen sui 6 metri; gli amaranto, però, non hanno saputo sfruttare le dimenticanze degli avversari, manchevoli di un gioco ben costruito.

A sbloccare il punteggio l’azione dell’ala Jonas Rossignoli al 18′, ma a portare il vantaggio di +4 sono state le 4 reti di Mazza e la prima di Stefano Bassanese: Mazza formidabile al 22.56′, da solo contro 3 difensori biancorossi e con il tiro in doppio appoggio al 26′. Il momento più duro per gli amaranto è arrivato al 45′, con la terza ammonizione e il cartellino rosso a Milanovic, giocando dunque in inferiorità numerica e subendo il gol del pareggio (16-16) da parte del croato Erik Udovicic. Ad alzare il morale di una squadra apparentemente poco lucida e stanca, la rete di Mazza al 47′, ancora in inferiorità numerica.

Negli ultimi dieci minuti Bozen ha cercato di recuperare con caparbietà in attacco, ma ha commesso molte sbavature, permettendo al Cassano di compiere molte azioni veloci in contropiede ed efficaci con le retti di Mattia Dorio, Alberto Lazzari e Stefano Bassanese. 

La prima mezz’ora si è così conclusa 12 -9.

IL SECONDO TEMPO

Nell’ultima mezz’ora il Bolzano ha messo il turbo riuscendo a ottenere il vantaggio 15 – 15 al 40′ con il gol di Sonnerer dopo la parata di Monciardini che ha neutralizzato il tentativo di rete di Emmanouil Ladakis.

Più volte è stato premiato il coraggio di coach Kolec che ha deciso di giocare in superiorità numerica lasciando la porta scoperta, riuscendo a liberare Mazza che in attacco veniva marcato uomo a uomo e facendo segnare Kabeer al 54′, Bassanese al 55′, Dorio e Ivan Salvati.

I biancorossi hanno tentato la rimonta fino all’ultimo con le reti di Sonnerer e del pivot David Gligic; al 28′ il rigore di Sonnerer porta il punteggio a 24-23 per il Cassano ma negli ultimissimi minuti Bozen perdendo palla in attacco ha buttato via la partita, che si è chiusa con la rete diSalvati al 60′: Cassano ha vinto 25 – 23.

I MIGLIORI MARCATORI

A dominare la partita è Federico Mazza, che ha totalizzato 10 reti. Il miglior giocatore biancorosso è Martin Sonnerer (8 gol).

LA TERZA DI CAMPIONATO

Raimond Sassari ha dominato su Carpi (28-19), Trieste ha ottenuto la prima vittoria in campionato su Teamnetwork Albatro (19-25), Brixen ha vinto per un soffio sulla temuta Conversano (23-22); Junior Fasano ha sconfitto Pressano (29-24) e Alperia Merano ha avuto la meglio su Sparer Eppan (31-30).

La classifica aggiornata di Serie A Beretta maschile: Junior Fasano (8 punti), Conversano (6), Raimond Sassari (6), Alperia Merano (6), Brixen (6), Sparer Eppan (4), Pressano (3), Bolzano (3), Trieste (2), Cassano Magnago (2), Secchia Rubiera (2), Carpi 0 e Teamnetwork Albatro 0.

 

TABELLINO CASSANO MAGNAGO – BOZEN (25 – 23)

1 tempo: 12 – 9

2 tempo: 25 – 23

CASSANO: Alberto Lazzari (3 reti), Filippo Branca (1), Stefano Bassanese (2), Ivan Salvati (2 reti – 2 minuti di ammonizione al 56.48′), Usman Kabeer (3 reti – 2 minuti di ammonizione al 32.47′) , Mattia Dorio (3), Giacomo Decio (1), Federico Mazza (10).

BOZEN: Martin Sonnerer (8 reti), Emmanouil Ladakis (2 reti – 2 minuti di ammonizione al 22.56′), Filippo Pasini (2), Jonas Rossignoli (1), Jonas Mattia (1), Dean Turkovic (3), David Gligic (1 rete – 2 minuti di ammonizione al 11.03′ e 34.09′), Zoe Mizzoni (1 rete – 2 minuti di ammonizione al 40.25′).

Ammonizioni: Sasa Milanovic (21.25′, 37.41′, 45.58′ e cartellino rosso al 45.54′), Davide Kolec al 45.34′. Per Bozen Mario Sporcic (57.36′)

Time out: 19.02′, 39.41′ e 58.20′ (Cassano) – 29.45′ e 50.01′ (Bozen)

 

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.