Il sogno di Stefano rialza la serranda della storica macelleria di Quinzano: apre “La Carnazza”

La nuova macelleria e bottega alimentare nasce nel cuore della piccola frazione all’interno degli spazi della storica macelleria Dissegna che chiuse i battenti nel 2018

macelleria la carnazza sumirago quinzano

Grazie al coraggio di un giovane macellaio la frazione sumiraghese di Quinzano torna ad avere un punto vendita alimentare: è La Carnazza, la nuova macelleria e bottega alimentare nata nel cuore della piccola frazione all’interno degli spazi della storica macelleria Dissegna che chiuse i battenti nel 2018 dopo 40 anni di onorato servizio.

La nuova macelleria che ha rialzato la serranda oggi, giovedì 14 ottobre, nasce dal sogno del trentatrenne Stefano Bardelli di avviare una propria attività dopo 14 anni di lavoro da dipendente.

Una sfida immaginata e realizzata in un piccolo paesino dove provare a dare risposta ai bisogni della piccola comunità ma da dove puntare anche ad una clientela da fuori attirata da prodotti di qualità.

«Sono stati mesi di grande impegno e lavoro per riuscire ad arrivare a questo risultato – racconta Stefano -. In queste settimane ho sentito l’attesa e la vicinanza della comunità di Quinzano e dei tanti amici che mi hanno dato una mano. Ora proverò a realizzare passo dopo passo le idee che ho in mente».

La Carnazza è una macelleria ma vende anche pane, formaggi, conserve, dolci, prodotti del territorio varesino e una selezionata cantina di vini.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.