Varese News

Rescaldina, finanziamento da 18mila euro contro lo spaccio di droga

Il finanziamento servirà per iniziative che vanno dalla formazione della Polizia Locale all'intensificazione delle attività di prevenzione e repressione, passando per le scuole e l'acquisto di nuove dotazioni strumentali

Generico 2018

Cresce il budget a disposizione di Rescaldina per la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nei giorni scorsi la Prefettura ha comunicato a Piazza Chiesa l’assegnazione di un contributo da poco più di 18mila euro per un progetto di contrasto a tutto campo del fenomeno della tossicodipendenza che l’amministrazione aveva presentato nei mesi scorsi, quando era stata chiamata proprio da Corso Monforte a “candidare” la propria proposta rispetto all’imminente ripartizione dei fondi stanziati dal Ministero dell’Interno.

«Si tratta di fondi messi a disposizione tramite un decreto ministeriale, che riguardavano in realtà il triennio 2020/2022 – ha spiegato l’assessore alla Polizia Locale Gianluca Crugnola durante l’ultima seduta del consiglio comunale -. Il Ministero dell’Interno ha affidato queste risorse alle Prefetture, in base anche ad una mappatura del problema dello spaccio. Nel 2020 la Prefettura di Milano è rimasta assolutamente immobile e non ha finanziato nulla; nel 2021 invece è arrivata nel periodo estivo la richiesta di presentare un progetto entro il 15 settembre, con tempistiche molto ristrette».

I 18mila euro assegnati a Rescaldina serviranno per una serie di iniziative che spazieranno dalla formazione della Polizia Locale all’intensificazione delle attività di prevenzione e repressione, passando per le scuole e l’acquisto di nuove dotazioni strumentali. «Una prima parte riguarderà la formazione degli operatori di Polizia Locale per poter affrontare le situazioni legate al mondo dello spazio, con l’obiettivo di dare nozioni che permettano agli agenti di operare sul campo con competenza e sicurezza. Ci sarà poi una parte dedicata all’attività di prevenzione e repressione con servizi specifici della Polizia Locale che verranno svolti anche al di fuori dell’orario di lavoro, cui pensiamo di dare seguito con pattugliamenti dedicati nelle aree dove si ha contezza che i consumatori accedono per gli acquisti oppure lungo i percorsi che effettuano dalla stazione ai diversi accessi del bosco».

In previsione ci sono poi l’acquisto di dash cam da collocare sui mezzi del comando di via Matteotti e di test antidroga per supportare l’attività sul campo degli agenti e un percorso di formazione dedicato alle scuole. «Riteniamo di limitarla alla scuola secondaria di primo grado con particolare riferimento alle classi terze – ha sottolineato Crugnola -, e di indirizzarla non solo agli studenti ma anche ad insegnanti e genitori che verranno informati su come riconoscere i segnali di allarme e avere contezza della rete cui rivolgersi in caso di bisogno. L’ultima parte del progetto riguarderà la stazione, con il prolungamento di qualche mese dell’attività dell’unità di strada già avviata e la valorizzazione dei locali dell’ex biglietteria».

leda.mocchetti@legnanonews.com
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.