Aperto l’Emporio di Casa Macchi, un punto di riferimento per la comunità di Morazzone

In occasione delle festività del santo Patrono, il FAI ha alzato la saracinesca della piccola drogheria, primo passo di un progetto di valorizzazione dell'intero immobile. Presenti il sindaco Mazzucchelli e l'assessore regionale Galli

Confezioni di caramelle, pasta sfusa, libri, carta. E ancora decorazioni, marmellate, prodotti tipici. Si troverà un po’ di tutto al nuovo Emporio di Casa Macchi, di piazza Sant’Ambrogio 2, inaugurato questa mattina dal FAI, prima tappa del più grande lavoro di recupero e valorizzazione del bene donato  dalla sua proprietaria, Maria Luisa Macchi, al Fondo Ambiente Italiano perchè gli desse una seconda vita.

Sul sagrato della chiesa di San’Ambrogio, Marco Magnifico, vice direttore del FAI insieme a Daniela Bruno, Vice Direttrice Generale per gli Affari Culturali FAI e al Vice Direttore delle Operazioni Marco Di Luccio, al sindaco Maurizio Mazzucchelli, all’ex Matteo Bianchi e all’assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia Stefano Bruno Galli ha ricordato il progetto di recupero del bene immobiliare, accettato come una sfida per rilanciare la cultura del territorio ma anche la socialità e la spinta economica.

Il primo passo è l’avvio di questo emporio che rimarrà aperto tutte le mattine e nelle giornate di venerdì e sabato per dare un’offerta alla comunità, in uno stile che ne vuole valorizzare le radici e le tradizioni, senza dimenticare la missione ecosostenibile e di economia  circolare per la tutela dell’ambiente.

Ad accogliere i clienti che verranno a scegliere pasta, riso, biscotti, caramelle, penne, quaderni, libri o regali ci sarà Giovanni Giorgetti, volto molto noto di Villa Panza. A rendere caratteristico il locale anche i mobili acquistati da un’antica rivendita di miele nel cuore di Milano.

Dal Sindaco Mazzucchelli ai vertici del Fai sino all’assessore regionale, tutti hanno sottolineato l’importanza di investire nei piccoli borghi, un patrimonio storico e culturale che è andato via via impoverendosi: « L’emporio ne è un esempio – ha dichiarato il vice Direttore MagnificoNon un ritorno al passato che sarebbe irrealistico, ma un omaggio al passato. Ogni luogo ha una memoria che va tutelata e fatta vivere affinchè non si perda».

Inaugurazione Emporio

La stessa Morazzone, che contava oltre 25 attività commerciali fino agli anni ’70, ha visto svuotarsi prima di residenti e poi di esercizi il suo cuore. L’Emporio di Casa Macchi, di cui si hanno notizie sin nell’Ottocento, era stato chiuso nel 1975.

Il recupero di Casa Macchi, che sarà pronta tra un anno esatto, sta procedendo oltre con gli interventi edilizi, anche nel recupero della sua storia grazie a un accordo tra il FAI e l’Università dell’Insubria.

Da Rergione Lombardia sono in arrivo altri 500.000 euro utili per creare un centro polivalente così da completare una dotazione di prestigio per innescare un recupero del tessuto culturale ed economico del paese.

Orari di apertura:

Tutti i venerdì e sabato dalle ore 10 alle 13.30 e dalle 14 alle 18.30; domenica dalle ore 10 alle 13.
Aperture straordinarie: lunedì 6, martedì 7, mercoledì 8, giovedì 9, venerdì 24 e 31 dicembre dalle ore 10 alle 13.

Informazioni:
Emporio di Casa Macchi, Piazza Sant’Ambrogio 2, 21040 Morazzone (VA)
www.faiemporiomacchi.it

Per ulteriori informazioni:
www.fondoambiente.it

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Video

Aperto l’Emporio di Casa Macchi, un punto di riferimento per la comunità di Morazzone 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.