Cassano Magnago sfiora la vittoria con Merano, ma finisce in pareggio 25-25

Match combattuto fino alla fine dal Cassano che, dopo la rimonta, ha accarezzato la vittoria. Con un gol all'ultimo secondo di Merano la partita si è conclusa in parità. Sfumano le Finals 8 per gli amaranto

4/12/2021 Junior Fasano vs Cassano Magnago - foto di Leonardo Vinci

L’ultimo match del campionato di pallamano serie A1 prima della pausa natalizia, disputato ieri sabato 11 dicembre al palazzetto Tacca, si è concluso in maniera dolce-amara per il Cassano Magnago, che ha visto svanire la vittoria a tre secondi dalla fine: Alperia Merano è riuscito a pareggiare 25 – 25. (Foto di Leonardo Vinci)

Un match combattuto fino alla fine, non privo di tensione e black-out per i cassanesi, che hanno puntato alla vittoria fino al 60′: i diavoli neri di Merano hanno condotto il gioco per tutti e due i tempi, salvo la ripresa amaranto al 46′ che ha allungato il distacco e ha dato slancio alla squadra nella speranza di ribaltare il match.

Purtroppo il vantaggio è stato recuperato e le squadre si sono sfidate punto a punto negli ultimi e decisivi minuti: a rovinare il sogno amaranto un tiro in porta vuota al 48′, che ha portato Merano sul +1 (23-24), e il gol bianco-nero a tre secondi dalla fine (25-25).

A causa della marcatura bianconera stretta e asfissiante, l’attacco amaranto si è concentrato al centro del campo, spesso affollato. Poche, infatti, le occasioni delle ali amaranto di segnare: Filippo Branca ha segnato 3 gol, 2 dei quali in contropiede, e Stefano Bassanese 1 dall’angolo sinistro. Efficaci, invece, i tiri dal basso come i 3 di Ivan Salvati e Alberto Lazzari al 43′, che si è creato un varco nella difesa avversaria.

IL PRIMO TEMPO

Alperia Merano, precisa e consistente in attacco, ha condotto la prima mezz’ora di gioco in vantaggio, con il Cassano subito pronto a tallonare, cercando di recuperare lo svantaggio: difficile per i lombardi crearsi un varco in attacco, al punto che il primo gol firmato Federico Mazza è arrivato al 5′.

A eludere la compatta difesa bianconera i passaggi al pivot Mattia Dorio, che ha scagliato due mine al 6′ e all’8.17′, portando il Cassano verso un flebile vantaggio: 3-2.

Nel primo quarto d’ora si è vista una situazione di parità tra le due squadre, entrambe consapevoli dell’importanza della vittoria: i black devils hanno cercato di allungare il distacco, macinando 3 gol in tre minuti (segnati da Alex Freund sotto le gambe di Monciardini all’11, dall’argentino Juan Pablo Cuello e di Lukas Stricker al 15′) e portandosi 4-7 con un vantaggio di 3 punti.

A velocizzare il ritmo di gioco lombardo negli ultimi dieci minuti tre contropiedi, purtroppo due andati sprecati da tiri imprecisi: a risollevare l’umore lombardo Filippo Branca al 21′, su assist di Usman Kabeer dopo aver intercettato il passaggio avversario, che ha segnato il gol del 9-10. Il primo tempo si è concluso 11-15 per Alperia Merano.

IL SECONDO TEMPO

Il secondo tempo è iniziato con i cassanesi decisi a recuperare, con una difesa a tenaglia più efficace e una velocità in attacco più precisa, grazie alla tattica dell’extra player sferrata da coach Davide Kolec per aprire la difesa dei devils: nei primi sei minuti hanno segnato Filippo Branca in contropiede, Mazza su rigore, e Kabeer su passaggio di Mazza, che ha rubato la palla agli avversari; gol che hanno accorciato a -1 il distacco (14-15 per Merano).

Il gol amaranto più bello è stato fatto dall’ala Stefano Bassanese al 9.23′, forse il più scenografico del match, in elevazione: il gol è valso il pareggio 17-17.

Negli ultimi dieci minuti le squadre hanno alzato i ritmi in attacco e il Cassano, dopo il pareggio 19-19, grazie al gol di Kabeer in contropiede, ha iniziato la sua scalata sfruttando la stanchezza di Merano, fiaccato specialmente in difesa dall’utilizzo dell’extra player da parte del Cassano: 20-19 al 46′, primo vantaggio amaranto. Poi i gol di Mazza e di Branca al 23′ 3 al 25′ che allungano il distacco, ma seguiti subito da Bogdan Petricevic (ha realizzato la 20sima rete) e Andrea Stricker.

Dopo il vantaggio di 1 gol bianco-nero (23-24) al 57′ a porta vuota, Dorio al 28.35′ ha segnato il pareggio (24-24) portando la partita a un livello di tensione altissima; il rigore di Mazza al 29.40′ (25-24) ha fatto sognare i tifosi amaranto, ma il gol a tre secondi dalla fine di Freund dall’ala ha chiuso il match in pareggio: 25-25.

I MIGLIORI MARCATORI

Federico Mazza bomberone amaranto, con i consueti 10 gol nel match, di cui 4 rigori. Al 28′, dopo essersi fatto male, è uscito dal campo scortato dai compagni e applaudito da tutto il palazzetto. Subito dietro Mazza il pivot Mattia Dorio con 5 reti, che ha sfruttato la propria altezza laddove i compagni non riuscivano a chiudere lo schema d’attacco.

Il migliore in campo bianco-nero è risultato Lukas Stricker, con 6 reti insieme a Max Prantner, gli unici insieme all’ala Juan Pablo Cuello (5 gol) a confondere il portiere Monciardini.

TABELLINO CASSANO MAGNAGO – ALPERIA MERANO

1 tempo: 11 – 15

2 tempo: 25 – 25

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Alberto Lazzari (1), Federico Mazza (10), Ivan Salvati (3), Usman Kabeer (2), Mattia Dorio (5), Stefano Bassanese (1), Giacomo Visentin e Filippo Branca (3).

ALPERIA MERANO: Riccardo Meletti (1), Alex Freund (1), Max Prantner (6), Luca Visentin, Lukas Stricker (6), Bogdan Petricevic (3), Oliver Martini (2), Aaron Durnwalder (1)  e Juan Pablo Cuello (5).

Arbitri: Schiavone D. e Nicolella L.

Ammonizioni: per Cassano Dorio al 10.04′, Giacomo Visentin al 21.52′ e la panchina al 35.14′ – per Merano Bogdan Petricevic

 

LA DODICESIMA DI CAMPIONATO

Bolzano ha travolto Secchia Rubiera (23-33), così come Pressano ha vinto contro Carpi (14-25). Raimond Sassari ha sconfitto Teamnetwork Albatro (29-26), un buon Trieste ha battuto Sparer Eppan 25-21. Conversano ha avuto la meglio nel derby pugliese contro Fasano (35-33).

Con le vittorie di Bolzano e Trieste, Cassano rischia di rimanere fuori dalle Finals 8 di Coppa Italia (3-6 febbraio): certa la qualificazione di Fasano, Raimond Sassari, Conversano, Pressano e Brixen. Sono ancora in corsa Alperia Merano, Bolzano, Trieste e Sparer Eppan.

La classifica di serie A1 aggiornata alla dodicesima giornata di campionato: Fasano (19), Sassari (17), Pressano (17), Conversano (15), Brixen (15), Merano (12), Bolzano (11), Trieste (10), Sparer Eppan (9), CASSANO MAGNAGO (9), Carpi (4), Albatro (2),  Rubiera (2).

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.