Dagli asili ai teatri: 1,7 milioni di euro per 106 enti e associazioni di Varese

Da Stato, Regione e Fondazioni arrivano 17,6 milioni di euro per la Lombardia per assicurare la continuità dell'impegno sociale di tante realtà del territorio lombardo. Un decimo vanno a realtà in provincia di Varese

asilo nido

In arrivo 17,6 milioni di euro per 928 Enti di terzo settore operanti in Lombardia, con l’obiettivo di garantire servizi e iniziative che contribuiscono in modo significativo al benessere e all’interesse generale della comunità. 1,7 milioni di euro andranno a 106 enti della provincia di Varese.

Complessivamente 12 milioni riconducibili a fondi ministeriali a cui Regione Lombardia ha aggiunto 3,55 mln di risorse ulteriori, 2 milioni di euro da Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara, per proseguire il percorso iniziato l’anno scorso con il Bando LETS GO! per sostenere i servizi erogati dalle organizzazioni del Terzo Settore messi a rischio a seguito della pandemia. Asili, musei, organizzatori di eventi, teatri e molto altro, nelle maggiori città della provincia – Varese, Busto Arsizio e Gallarate – e anche in località minori.

Un aiuto eccezionale in difesa delle attività di sostegno e assistenza ai più fragili, di quelle legate alla cultura e alla tutela dell’ambiente, messe a rischio dalla pandemia. Il Bando consentirà così lo svolgimento dell’attività ordinaria di 928 enti di terzo settore in Lombardia,” in modo da garantire loro la tenuta della capacità organizzativa in varia misura pregiudicata dall’emergenza sanitaria e la prosecuzione delle attività di interesse generale da essi svolte”.

Nella sola Lombardia sono oltre 55mila gli enti di Terzo Settore (il 16% a livello nazionale), una risorsa essenziale per il nostro territorio che impiega e dà lavoro a circa 250 mila persone a cui si aggiungono migliaia di volontari. Tenere in vita questa rete sociale è fondamentale. Dai dati raccolti da Fondazione Cariplo e dalle rielaborazioni effettuate in collaborazione con Istat emerge come la pandemia da COVID-19 abbia avuto un impatto fortemente negativo sul fatturato e sugli utili degli ETS, interessando in modo trasversale tutti gli ETS attivi nel territorio di riferimento della Fondazione Cariplo; nel 2020 il Terzo Settore Lombardo in valore assoluto ha subito una perdita complessiva stimabile in circa 1 miliardo di euro.

«La pandemia ha messo a dura prova tutti e gli enti del Terzo settore, che tanto hanno fatto e continuano a fare per le nostre comunità, ne stanno pagando le conseguenze» dice Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità. «Regione Lombardia, in sinergia con Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara, ha ritenuto doveroso fornire un aiuto concreto a queste preziose realtà, nella consapevolezza che solo lavorando insieme sia possibile dare delle risposte adeguate e puntuali a quelli che sono i bisogni dei cittadini lombardi. Con queste risorse abbiamo voluto contribuire a mantenere vivo questo tessuto fondamentale per le comunità, che anche durante l’emergenza sanitaria e socioeconomica ha dato prova di essere il vero collante per le nostre comunità e per il benessere sociale».

«Davanti alla crisi generata dalla pandemia abbiamo bisogno di comunità forti e capaci di produrre legami che arrivino a tutte le persone, specialmente quelle più fragili: gli enti di terzo settore sono un elemento indispensabile perché questa rete rimanga salda e forte, così da non lasciare indietro nessuno» aggiunge Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Cariplo. «Da questa intuizione nel 2020 è nata la prima misura di sostegno alle organizzazioni non profit, promossa da Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara. Nel 2021 il confronto e il dialogo con Regione Lombardia hanno permesso una piena condivisione di questa priorità, tanto da avviare una nuova edizione del bando con una dotazione di risorse straordinaria, capace di aggregare fondi privati e pubblici».

«Problemi complessi si contrastano con risposte condivise, con alleanze tra istituzioni. Essere di supporto alle organizzazioni non profit in difficoltà significa preoccuparsi della coesione nelle nostre comunità, perché sono queste organizzazioni, che insieme alle istituzioni e alle amministrazioni locali, animano le attività delle nostre comunità e svolgono servizi di assistenza importanti per tutti, per i singoli e per le famiglie. L’iniziativa realizzata in collaborazione con la Regione e con la Fondazione Vismara rafforza l’idea di lavorare insieme per il bene delle nostre comunità» hanno commentato i commissari varesini all’interno della Commissione Centrale di Beneficenza Elisa Fagnani, Andrea Mascetti, coordinatore della commissione Arte e Cultura, Giuseppe Banfi, Sarah Maestri.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.