Gli alunni della primaria San Benedetto di Gavirate protagonisti del progetto universitario Essence

I bambini hanno lavorato con tablet dedicati, penne sensorizzate per monitorare la scrittura, algoritmi di intelligenza artificiale per il riconoscimento precoce di ritardi nell’apprendimento

scuola voltorre

Un pomeriggio a scuola per sperimentare Essence, progetto per contrastare l’isolamento di anziani e bambini con l’evoluzione tecnologica promosso dal Politecnico di Milano con un gruppo internazionale di atenei tra cui l’Università dell’Insubria. Giovedì 16 dicembre dalle 14 alle 16 due classi della scuola primaria di Voltorre a Gavirate hanno lavorato con tablet dedicati, penne ad inchiostro sensorizzate per monitorare la scrittura, algoritmi di intelligenza artificiale per il riconoscimento precoce di ritardi nell’apprendimento, seguiti dagli operatori dell’Università dell’Insubria Sandro Franceschini, Stefania Fontolan, Marisa Bortolozzo e Valentina Berlusconi e del Politecnico Simona Ferrante, Simone Toffoli, Chiara Piazzalunga, Davide Di Febbo, Linda Greta Dui. L’iniziativa è stata coordinata da Ornella Fiorillo, dirigente istituto comprensivo di Gavirate, e da Paola Mastrorilli, referente progetto Essence per la scuola. Coinvolte nel progetto, anche due classi della scuola primaria di Gavirate.

L’obiettivo di Essence è trasformare le difficoltà causate dal Covid-19 in un’enorme opportunità, creando un nuovo modello di supporto domiciliare che colleghi anziani e bambini con i professionisti, attraverso un lavoro di stimolazione-potenziamento, monitoraggio da remoto e tele-assistenza. Il tutto per promuovere il benessere fisico e mentale, contrastare l’isolamento, rilevare e segnalare i rischi precoci di allarmi cognitivi, fisici e sociali.

Essence è acronimo di Empathic platform to personally monitor, stimulate, enrich, and assist elders and children in their environment, ovvero piattaforma empatica per monitorare, stimolare, arricchire e assistere personalmente anziani e bambini nel loro ambiente; è finanziato dall’Unione Europea con 3 milioni e mezzo di euro nell’ambito di Horizon e in corso dal 1° novembre 2020 ad ottobre 2022.

scuola voltorre

L’ambito più prettamente neuropsichiatrico di Essence è stato sviluppato ed è seguito dall’Università dell’Insubria con il team del professor Cristiano Termine: i docenti Maurizio Versino e Stefano Bonometti, che collaborano con Luigi Macchi e Simonetta Bralia dell’Ufficio Scolastico di Varese. Sono in fase di sperimentazione applicazioni in grado di registrare da remoto i ritmi di acquisizione delle abilità scolastiche ed eventuali problematiche neuropsichiatriche infantili su cui intervenire. Si tratta di applicazioni destinate agli insegnanti e agli specialisti, come neuropsichiatri infantili, psicologi e logopedisti, per eseguire valutazioni e proporre riabilitazione a distanza tramite tablet ai bambini che ne hanno bisogno, non solo in periodo di lockdown ma in qualunque situazione che ostacoli l’accesso alle risorse della comunità o che determini isolamento sociale.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.