Gli studenti del Liceo Sereni di Luino in sciopero: “Non si può studiare al freddo”

L'appello arriva da ventuno classi. Gli studenti daranno seguito a questa giornata di protesta con una richiesta formale ai responsabili della Provincia di Varese.

liceo sereni luino

Gli alunni del Liceo “Sereni” di Luino hanno previsto uno sciopero studentesco nella giornata di oggi, giovedì 9 dicembre, a causa delle temperature inaccettabili nella maggioranza dei locali dell’Istituto. Coinvolte 21 classi.

L’appello lanciato dagli studenti è rivolto alla Provincia di Varese: “La temperatura deve rimanere trai 18 e i 22 gradi – spiegano – ma quella rilevata in molte aule ed altri locali della scuola si attesta trai 10 e i 12 gradi”.

In seguito a numerose lamentele da parte di alunni e famiglie, la scuola, che non può intervenire direttamente sull’impianto, ha inviato ripetute segnalazioni ai tecnici della Provincia.

«Ci è stato risposto – dicono gli studenti – che, causa finestre aperte a scopo di prevenzione dei contagi Covid, non si possono garantire le temperature minime. Tuttavia – continuano i ragazzi – è inammissibile che la necessaria areazione dei locali, come quella che avviene in una casa privata o in altri ambienti di lavoro, si traduca in una radicale riduzione del riscaldamento, che pare avere come finalità il solo contenimento dei costi a danno della salute di tutta la popolazione scolastica».

La risposta della provincia

“Al liceo di Luino la caldaia è ripartita a mezzanotte. Attenzione a non lasciare le finestre sempre aperte”

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.