Le pagelle della Pro Patria: Nicco anima e corpo, l’attacco va a sbattere contro il muro del Mantova

L’anticipo della 18esima di campionato termina 0 a 0. I tigrotti ci provano ma senza sbilanciarsi troppo per paura di perdere. Difesa ok, attacco insufficiente e rimandato

Pro Patria - FeralpiSalò 0 a 2 4-12-2021 (ph. Roberta Corradin)

Caprile 6: Zero interventi e zero pericoli, meriti da condividere con la difesa. In 90 minuti giusto qualche uscita e qualche lancio dal fondo che gli valgono il voto politico e un po’ di movimento in una partita a rischio “freddo polare” visto il clima dicembrino.

Molinari 6,5: Mai in difficoltà in un’altra buona prestazione, come praticamente dimostrato in tutto il girone di andata. La casella dei gol subiti in stagione (24 in 18 partite) dà tuttavia torto alla difesa della Pro Patria, forse a causa dei numerosi gol presi da palla in attiva. Peccato per il giallo rimediato a partita praticamente finita

Boffelli 6,5: Gioca solo un terzo di gara ma nel “drittel” a sua disposizione, prima dell’infortunio, è il migliore in campo con una buona chiusura e un tiro pericoloso su calcio d’angolo.

– 29’ Bertoni 6+: Non al meglio dal punto di vista della condizione, entra a partita in corso e gioca solo cinquanta minuti prima di chiedere  il cambio a sua volta. Con lui in campo la squadra ha il regista che gioca i palloni in profondità per gli attaccanti. Si spera nel celere recupero perché è fondamentale.

–  77’ Brignoli 6: Commento copia e incolla sempre valido per lui: gioca con tanta voglia e quella foga che gli costa il giallo.

Sportelli 6,5: Prina lo schiera dal primo minuto per affidargli lo sporco lavoro di tenere a bada Guccione e De Cenco. Pratica archiviata con pulizia e puntualità.

Pierozzi 6: Dà l’idea di essere il giocatore più pericoloso palla al piede, forse è così ma si accende soltanto due o tre volte nel corso dei novanta minuti. Partita discontinua ma di grande sacrificio sulla fascia, prima destra e poi sinistra all’entrata di Colombo.

Nicco 6,5: Prima accanto a Fietta, poi a Bertoni e infine praticamente da solo, perno tecnico della squadra a metà campo. In crescita, come già visto a sprazzi contro la FerlapiSalò. Dovrà farsi carico della squadra, i tigrotti ne hanno bisogno, lui ha i mezzi.

Fietta 6: Inizia da regista, poi data l’emergenza gioca 180 secondi come difensore al centro della difesa prima dell’infortunio. E’ prezioso come nel basket lo è il sesto uomo: per questo la notizia del suo stop preoccupa in via Ca’ Bianca.

–  32’ Saporetti 6,5: Lasciato in panchina per Sportelli, quando fa il suo ingresso in campo dimostra di essere il difensore di maggior esperienza per i biancoblu in un ruolo inedito, quello del centrale della difesa a tre, ed ha 25 anni.

Galli 6: Un po’ mezzala un po’ ala sul corridoio a sinistra. Lui fa quello che gli chiede il mister e ci mette spesso la faccia a fine partita.

Pizzul 5,5: Al rientro dalla squalifica per somma di ammonizioni palesa una volta per tutte come il giallo sia il colore preferito della sua palette cromatica: rimedia infatti un cartellino assolutamente non necessario per un fallo a metà campo, con un intervento in netto ritardo. I suoi polmoni sono preziosi per la Pro Patria, ancora di più considerando l’assenza di Vezzoni.

–  77’ Colombo 6: Entra e aiuta a difendere il cleansheet. Protagonista di un inserimento in area non concretizzato sul più bello, ovvero davanti a Marone: poteva scegliere se tirare o passare il pallone, opta infine per un destro catalogabile come “flatus vocis”.

Piu 5,5: Dopo lo stop era partito alla grande contro la Triestina, poi due partite in chiaroscuro con pochissime occasioni (allo Speroni domenica scorsa ha giocato solo nella ripresa, ndr). Mezzo voto in più per il colpo di tacco a fine primo tempo che per poco non vale il vantaggio non capitalizzato da Nicco.

– 77’ Castelli 6+: Contro Salò era uscito dal campo come miglior tigrotto, a Mantova è entrato con la stessa voglia trovando solo l’esterno della rete nel quarto d’ora a disposizione. In questo momento è l’attaccante più pericoloso.

Parker 5: Qualche strappo da fuori area buono a rimediare punizioni da mattonelle interessanti. È il terminale offensivo della squadra ma contro i virgiliani non vede mai la porta, e purtroppo non è la prima volta in questo girone d’andata. Ha dimostrato di essere forte e determinante, si sbloccherà anche quest’anno trovando i gol che servono alla squadra.

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.