Nuovi guai giudiziari per Massimo Ferrero. Cinque anni fa la condanna per il crac Livingston a Busto

Il patron della Sampdoria era stato condannato a 1 anno e 10 mesi dal Tribunale di Busto Arsizio per una vicenda simile quando era al comando della compagnia aerea Livingston, poi fallita

massimo ferrero

Distrazione di fondi a società decotte. Massimo Ferrero è stato arrestato dalla Guardia di Finanza a Milano questa mattina in seguito ad un’inchiesta della Procura di Paola (provincia di Cosenza) per bancarotta fraudolenta insieme ad altre 5 persone (tra le quali due figli ai domiciliari) in merito alla liquidazione di alcune società del settore turistico.

L’imprenditore, presidente della Sampdoria, non è nuovo ad accuse di questo genere e già nel 2016 era stato condannato dal Tribunale di Busto Arsizio a 1 anno e 20 mesi di carcere per il fallimento della compagnia aerea Livingston con un buco da 40 milioni di euro, 9 dei quali distratti dallo stesso Ferrero che poi ha risarcito con un milione di euro.

Crac Livingston, Ferrero patteggia 22 mesi

Ferrero è indagato anche dalla Procura di Padova per lo stesso tipo di reato, relativamente ad un’altra società e anche la principale holding del gruppo non se la sta passando benissimo con la richiesta di concordato preventivo. Sul versante calcistico, infine, c’è un’indagine anche a Roma sulla vendita del giocatore Obiang al West Ham. Proprio nelle ultime settimane il patron blucerchiato aveva anche annunciato di voler vendere la società sportiva ligure.

 

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.