Roberto, una vita da pastore: “Il Natale lo passo insieme alle mie pecore”

Abbiamo incontrato uno dei pastori che in questi giorni staziona con le sue pecore nel Varesotto. Si chiama Roberto Morandi, ha 51 anni, e ci ha raccontato la sua vita di sacrifici e trasferimenti in giro per la Lombardia

Greggi di pecore sparsi sui prati se ne vedono tantissimi nel Varesotto nelle settimane che precedono le festività natalizie. Il nostro è infatti un punto di passaggio per tanti pastori che vanno su e giù per la Lombardia, alla ricerca di terreni erbosi per nutrire gli animali in attesa di tornare in alpeggio. Un’immagine che ricorda il presepe e accompagna il conto alla rovescia verso il Natale.

Abbiamo incontrato uno dei pastori che in questi giorni staziona con le sue pecore nel Varesotto. Si chiama Roberto Morandi, ha 51 anni, è nato a Cittiglio ma ha la residenza in provincia di Bergamo.

Ha la residenza perché non si può dire che viva in provincia di Bergamo, dato che buona parte dell’anno la passa in giro per il Nord Italia al seguito del suo gregge. Quello che in questi giorni pre natalizi si può ammirare tra Bodio Lomnago e Galliate Lombardo conta 1200 capi, per la maggior parte pecore, ma anche asini, agnellini, capre e cani.

«Faccio questo mestiere dal 1985: dopo l’esame di terza media, ho buttato lo zaino e sono partito con le pecore, una tradizione di famiglia – ci racconta in un freddo pomeriggio, in una delle rare pause -. Sono in giro per buona parte dell’anno, soprattutto in Lombardia, ma arriviamo fino in Piemonte. Partiamo a piedi da Bergamo, passiamo da Varese, poi Novara, Vigevano, Pavia fino ad Alessandria: da lì in giugno riportiamo gli animali in montagna, in alpeggio».

Sono in due a gestire questo gregge, con l’auto al seguito e la roulotte per dormire nelle zone assegnate: «È una vita di sacrificio, per noi è sempre un giorno lavorativo, non ci sono domenica, lunedì, feste – spiega -. Le nostre pecore sono da lana e carne, sono animali da riproduzione. Ogni pastore ha il suo percorso, che va rinnovato ogni anno coi permessi dell’Ats. Negli ultimi anni siamo troppi, molti non hanno tradizione, esperienza, lavorano male. Ma io vado avanti, è dura, ma lo faccio volentieri. Ora andiamo col gregge a Galliate, passeremo lì il Natale, insieme alle pecore, è così da sempre».

Tommaso Guidotti
tommaso.guidotti@varesenews.it

A VareseNews ci sono nato. Ho visto crescere il giornale e la sua comunità, sperimentando ogni giorno cose nuove. I lettori sono la nostra linfa vitale, indispensabili per migliorare sempre.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Video

Roberto, una vita da pastore: “Il Natale lo passo insieme alle mie pecore” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.